Veltroni: serve una Pa più veloce e trasparente

Il sindaco di Roma al convegno di apertura del Forum Pa rivendica il ruolo centrale delle nuove tecnologie ma invita a rendere le “cose più semplici”.

Roma

Padrone di casa, in quanto sindaco di Roma e amministratore attento ai
processi di innovazione, Walter Veltroni è intervenuto al convegno di apertura
della diciottesima edizione del Forum Pa invitando Governo e Istituzioni a fare
di più per permettere ai cittadini di contare su una «Pubblica
Amministrazione più veloce e più affidabile
».

«Condivido il
piano di lavoro per l'innovazione che è stato messo a punto dal Ministro
Nicolais
- ha precisato Veltroni - ma invito l'esecutivo ad accelerare
e aumentare la velocità di implementazione dei progetti insistendo soprattutto
su due grandi concetti: tecnologie e semplificazione
».

Il sindaco
di Roma si dice convinto che le tecnologie possono dare un contributo
straordinario alla crescita dei servizi al cittadino, ma devono essere
accompagnate da un piano volto a semplificare i processi e le procedure.
«Internet - prosegue il primo cittadino della Capitale - ha già
dimostrato anche a Roma, con le tante applicazioni che sono state implementate,
che si possono risolvere molte esigenze dei cittadini da casa, evitando
spostamenti e disagi e velocizzando il rapporto con la macchina della Pa, ma
serve una visione d'insieme e servono dei modelli di relazione tra istituzioni
pubbliche e cittadino
».

Ma Veltroni non fa solo appello a delle
best practices da replicare o copiare e chiama in causa anche l'apparato
legislativo che a sua volta deve essere semplificato: «L'assetto legislativo
è troppo complesso e barocco
- spiega -, le leggi sono tante e si
avverte una forte necessitò di semplificazione. Anche perché questa complessità
si estende poi alla macchina dello Stato e a tutte le istituzioni della Pa che
devono mediare con i cittadini. Semplificazione vuol dire tempi più brevi, vuol
dire minori rischi di corruzione e di incomprensione e vuol dire uno scenario
più chiaro e trasparente per chi decide di fare innovazione anche e soprattutto
con le nuove tecnologie
».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here