Una trimestrale difficile per Lexmark

Fatturato e utili in calo. Si prospettano licenziamenti. E’ crisi di competitività?

Un quarto trimestre dificile per Lexmark, che ha registrato
vendite e utili in calo, a causa della forte pressione dei prezzi e
dell'altrettanto forte competizione da parte dei suoi diretti concorrenti, Hp in
primis.

Nel periodo in esame, chiuso alla fine di
dicembre, il fatturato è passato da 1,54 a 1,37 miliardi di
dollari
, al di sotto delle attese degli analisti, attestate su 1,41
miliardi.

Più pesante il calo negli utili, passati da 155 a 82,3
milioni di dollari, vale a dire da 1,18 dollari a 71 centesimi per
azione
. In questo caso un risultato al di sopra delle conservative
attese degli analisti attestate sui 52 centesimi per azione.

Secondo
quanto riporta la stampa americana, la società potrebbe procedere con un
piano di riorganizzazione e ristrutturazione che dovrebbe passare
attraverso il taglio di 825 posti di lavoro,
vale a dire il 6% del
totale.

Gli analisti contestano a Lexmark una certa miopia negli
investimenti, che la pone in una posizione di inseguimento nei confronti di
competitor agguerriti come Hp, Canon ed Epson.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here