Ue-Microsoft: cambia il giudice

Il caso trasferito alla Grand Chamber, ma il giudice è stato sostituito, per aver espresso pesanti giudizi su alcuni colleghi.

Un articolo scritto in toni sopra le righe, riferito ai cancellieri accusati
non solo di essere una sorta di ayatollah della libera impresa ma anche di aver
avuto indebite influenze sulle decisioni di alcuni giudici, è costato il
caso al giudice al quale fin dall'inizio è stata affidata la
causa antitrust Unione Europea - Microsoft.
Secondo fonti ufficiali, il
caso è stato ora trasferito a un gruppo di 13 giudici della Grand Chamber, vale
a dire alla Sezione Allargata abilitata a emettere sentenze sui ricorsi.
La
sezione sarà guidata dal presidente del Tribunale di prima istanza Bo
Vetserdorf, mentre il caso sarà gestito dal giudice John Cook.
Estromesso
invece Hubert Legal, al quale il caso era stato assegnato fin
dall'inizio.
Alla nuova Sezione il compito di valutare se mantenere, oppure
rifiutare in toto o in parte la decisione del Tribunale di prima istanza. Va
detto però che, secondo gli osservatori, il cambiamento dei membri della
commisione giudicante finirà per imporre un ritardo da un minimo di tre fino a
12 mesi nel raggiungimento della sentenza definitiva.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here