Tre aziende su quattro verso il Cep

Secondo un’indagine di Vanson Bourne il 72% dei Cio italiani ha implementato o intende usare la tecnologia Complex event processing.

Da una ricerca commissionata a Vanson Bourne da Progress Software ed effettuata nel marzo scorso su Cio, Senior It manager e responsabili di settore di 500 aziende europee, emerge che un'elevata percentuale di aziende italiane che ha già scelto la tecnologia Complex Event Processing (23%) o che ha in progetto di implementarla (49%).

Per fare un paragone, il 70% delle aziende nel Regno Unito non intende invece effettuare un'analisi dei propri dati in tempo reale, ma preferisce affidarsi alla Business intelligence tradizionale per ottenere informazioni di mercato.

I risultati dello studio, condotto con interviste telefoniche e via e-mail su un campione di 500 persone composto da 250 Cio e Direttori It e da 250 responsabili di settore operanti in Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito, in aziende di servizi finanziari, manufacturing, servizi professionali, vendita al dettaglio, Tlc, turismo, trasporti e logistica, rivelano comunque una buona accoglienza per la tecnologia Cep.

Molte imprese europee, infatti, pare si stiano indirizzando verso tale tecnologia per affrontare la complessità dei dati all'interno della propria realtà aziendale. Questa consentirebbe, infatti, di ricevere i dati relativi a eventi di mercato e di business in tempo reale, offrendo la possibilità di stabilire priorità e di rispondere tempestivamente alle minacce e alle opportunità che si verificano.

Secondo Progress Software, i sistemi di Business intelligence tradizionali offrono una panoramica dello storico e delle previsioni relative alle operazioni di business, spesso utilizzando dati raccolti in diverse aree di attività e analizzati per presentare una visione olistica del business e del mercato, mentre la tecnologia Cep è in grado di dare una visione in tempo reale utile alle organizzazioni in misura sempre maggiore.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here