Sun, McNealy perde le donne

Danese Cooper e Marissa Peterson lasciano gli incarichi di responsabile relazioni opensource e di direttore dei servizi.

Danese Cooper e Marissa Peterson hanno lasciato gli incarichi in Sun Microsystems, rispettivamente, di relazioni con la comunità opensource e di responsabile dei servizi.


Danese, che si era autodefinita "diva dell'opensource", dando al termine l'accezione tipicamente statunitense e faceva da agente di collegamento, in, senso bidirezionale fra la società di Scott McNealy e la comunità.

Da oggi la Cooper lavora per Intel (prima di Sun fu in Symantec e in Apple) e continua a far parte del board della Open Source Initiative.


Se la cosa avrà ripercussioni sull'impegno di Sun sul fronte open (che va dal progetto OpenSolaris alla Sun Community Source License) è presto per dirlo, anche se esiste una nota ufficiale che tranquillizza tutti in merito.


Marissa, invece, non ha lasciato del tutto Sun: fino alla fine dell'anno lavorerà a fianco di Jonathan Schwartz a un progetto secretato.


Di fatto, però, la Peterson lascia la carica di responsabile dei Sun Services che le fu assegnata circa un anno fa e che non sarà rimpiazzata: le sue competenze sono divise fra Don Grantham, senior vp del Sun global customer services group e Eugene McCabe, senior vp delle worldwide operation.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here