Studio professionale: il churn si vince con la qualità del rapporto

La gestione del tempo è un fattore critico per lo Studio Veronesi, un importante studio di commercialisti a Bologna diretto da Marica Veronesi.

I nostri clienti sono per lo più Pmi, esercenti, commercianti ed artigiani. Seguire un parco clienti operante in aree produttive diversificate è decisamente stimolante e soddisfacente ed è un fattore di crescita per lo Studio.” racconta Marica Veronesi.

I problemi, comuni a tutti, che la dottoressa Veronesi e il suo team devono affrontare tutti i giorni sono quelli del tempo in correlazione con i costi e della possibile svista e/o errore che deve essere annullato.

Avere clienti in settori diversificati è arricchente, ma la gestione può essere complessa, i dati già presenti nel software non devono essere nuovamente trascritti, questo per ridurre la possibilità di errore.” confida Marica Veronesi. “Il vero bisogno di uno Studio come il nostro è di soluzioni digitali integrate che automatizzino al massimo le attività.”

Soluzioni digitali non integrate portano ad un eccessivo dispendio di tempo non imputabile alla clientela perché da questa non percepito come valore aggiunto.

Il cliente è diventato molto sensibile al fattore costo quando il servizio acquistato è basico. Il fattore del vincolo fiduciario tende ad attenuarsi di fronte ad una generale lievitazione dei costi di gestione delle aziende. Anche nel comparto dei professionisti la concorrenza si è fatta più agguerrita e il fattore prezzo può divenire una discriminante. Il nostro Studio è strutturato e il software dev’essere un supporto stabile, affidabile, intuitivo ed integrato”.

Emerge un tema importante e delicato anche nel campo dei servizi professionali, la propensione al cambiamento del vendor: il famigerato churn.

Il piano di competizione è anche il prezzo e non vi è dubbio che uno Studio più strutturato abbia costi maggiori di uno Studio con una struttura semplificata.

Studio Veronesi passa dunque ad altro vendor per ridurre il costo per lo Studio ed essere disponibile per altri servizi a maggiore valore aggiunto.

In realtà uno swap da un vendor ad un altro comporta per lo Studio un dispendio di energie ed uno stress lavorativo non indifferente, soprattutto se manca un supporto assistenziale adeguato.

È esattamente l’esperienza che ha vissuto lo Studio Veronesi.

Dopo essersi decisa ad abbandonare Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia, Marica Veronesi si è ritrovata a dover fronteggiare molte difficoltà dovute soprattutto alla mancanza di una adeguata assistenza.

L’assistenza del nuovo vendor non si è rivelata immediata e all’altezza delle aspettative, lo Studio è entrato in crisi per mancanza di sostegno professionale nell’ambito digitale, questo congiuntamente all’avvento del fenomeno della fattura elettronica.

Dunque il cambio si rivela poco efficace ed efficiente e Marica Veronesi si decide per un contro swap.

Dal churn passiamo al reverse churn.

Abbiamo sicuramente apprezzato la disponibilità e la vicinanza dell’assistenza e del servizio di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia. Abbiamo scelto insieme nuove suite operative con funzionalità più integrate in grado di soddisfare la nostra necessità di abbreviare i tempi di esecuzione per ogni singolo cliente.” Marica Veronesi sa che questo nuovo cambio con il ritorno alle soluzioni di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia comporterà ancora dei sacrifici in termini di impegno, ma è rassicurata dal fatto che il vendor ha ampiamente dimostrato la sua prossimità ed efficacia in termini di assistenza.

Lo Studio Veronesi ha scelto di dotarsi di applicativi legacy in attesa di affidarsi alle soluzioni full cloud. Sistema Professionista, webdesk e Fattura SMART sono oggi la dorsale digitale dello Studio Veronesi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.