Pirelli pronta a cedere il controllo di Telecom Italia

A Tronchetti Provera mandato per esplorare tutte le possibili opzioni per valorizzare la quota di controllo di Olimpia.

Dopo la conferma, nella mattinata di ieri, dell’offerta di acquisto di
Swisscom sul 100% del capitale Fastweb, è di ieri sera la notizia che Pirelli
sarebbe pronta a cedere il controllo di Telecom Italia.

Secondo quanto emerso ieri dopo il patto di sindacato e il
consiglio di amministrazione di Pirelli, è giunto il momento di valorizzare la
quota di controllo di Telecom Italia detenuta da Olimpia, partecipata per l’80%
del capitale da Pirelli e per il restante 20% dalla famiglia Benetton, valutando
tutte le possibili opzioni, inclusa la dismissione in toto della partecipazione.


Pare dunque tramontata definitivamente l’ipotesi di
cessione alla spagnola Telefonica, della quale molto si era parlato nelle scorse
settimane, mentre, stando alle voci ufficiali, non vi sono ancora ipotesi
concrete in vista, men che meno possibili cordate di banche, anch’esse ventilate
negli ultimi tempi.

Tronchetti Provera parla di un
mandato esplorativo” e sottolinea che non è stata presa “nessuna
decisione sui tempi né sul prezzo
” per la cessione.


Pare comunque chiaro che per Pirelli la cessione del
controllo di Telecom sia quantomai necessario: nel corso dell’esercizio 2006, la
necessità di adeguare ai prezzi di mercato il valore della quota Telecom,
portandola da 4,2 a 3 euro, si è tradotta in un write-off da 2,11 miliardi che
ha annullato di fatto la crescita nei profitti registrata negli altri business
del gruppo, che ha chiuso l’esercizio con una perdita di 1 miliardo di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome