Pesante trimestre per i server

I dati presentati da Gartner sul comparto in Europa e nel mondo, mostrano gli effetti della riduzione dei budget: cali pesanti per tutti.

Calo pesante per i server nel secondo trimestre dell’anno.
Lo mostrano con chiarezza i dati Gartner, che evidenziano un calo del 28% anno su anno in termini di unità e del 29,4% in termini di giro d’affari.

Un calo generalizzato è il primo commento della società di ricerca, che riflette in pieno la riduzione dei budget di spesa nel mondo delle imprese, percepito però in misura più sensibile nell’area Emea, dove il calo in termini unitari raggiunge il 31,9% e quello in termini di revenue si attesta al 35,8%.
Così come la riduzione è generalizzata su tutti i mercati, altrettanto generalizzata è sulle diverse tipologie di prodotto, dagli X86 (che calano del 27,4% in termini di unità e del 25,7% in termini di fatturato) ai Risc /Itanium.

Per quanto riguarda il posizionamento dei vendor, Ibm si mantiene al primo posto con 3,1 miliardi di dollari di revenue, pari al 32,5% del mercato, in calo del 27,1% anno su anno. Hp segue a 2,7 miliardi, con un 29,9% di market share e un calo del 30%, mentre la terza posizione spetta a Dell, con 1,2 miliardi di dollari, paria una share del 13,3% e con un calo più contenuto al 20,3%. Sun è quarta, a 1 miliardo di dollari: la share è al 10,8%, ma il calo raggiunge il 36,2%. Infine Fujitsu resta a 321 milioni di dollari, con una share del 3,3% e un calo del 34,7%.

In termini di unità vendute, Hp risulta al primo posto, con 522.447 unità, pari a una share del 31%, in calo del 26,1%, seguita da Dell, con 402.187 unità, pari a una share del 23,9%, in questo caso in calo del 30,3.
Ibm è terza, con 226.500 unità, in calo del 26,6%, mentre Sun è quarta con 63.400 macchine, in calo del 34,3%. Ultima, nella classifica di Gartner, Fujitsu, con 48.800 server, in calo del 20,1%.

Infine, restando all’area Emea, si nota come complessivamente si siano vendue 490.000 macchine, in calo del 32% rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente.
La classifica per revenue, in questro caso, vede prima Hp, con 987 milioni di dollari, seguita da Ibm, con 933 milioni, Sun (428,1 milioni), Dell (299,3 milioni) e Fujitsu (168 milioni). Er tutti il calo è superiore al 30%, tranne per Dell, che si ferma a un -27,4%.

In termini di unità vendute, invece, alla capofila Hp (200.400 macchine) si affianca Dell (90.200 unità), seguita da Ibm, Fujitsu e Sun Microsystems.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome