Pentium 4E, i primi passi della nuova generazione Intel – parte 2

Prestazioni Numerosi media, a partire dal Web, hanno pubblicato i risultati dei benchmark che mettono alla prova il nuovo P4E di fronte alle CPU della stessa categoria, essenzialmente P4C e Athlon (vedi anche il seguente test dei PC Open Labs). Che l’A …

Prestazioni
Numerosi media, a partire dal Web, hanno pubblicato i risultati dei benchmark
che mettono alla prova il nuovo P4E di fronte alle CPU della stessa categoria,
essenzialmente P4C e Athlon (vedi anche il seguente test dei PC Open Labs).

Che l'Athlon 64 sia una seria insidia per le CPU di Intel non è
una novità, quindi citiamo solo alcuni risultati del confronto tra i
P4E e P4C di clock superiore. Nei giochi la velocità è
simile:
alcuni accelerano, altri rallentano entro un range di circa
il 10% in più o in meno. Anche le applicazioni mostrano casi
di rallentamento (fino al 20%) e casi di accelerazione
, con l'impressione
che a 3,2 GHz il P4E sia di poco più lento di un P4C.

In generale il P4E perde più terreno, rispetto a un P4C di pari
clock, alle frequenze inferiori
, mentre al crescere del clock il P4E
si avvicina al P4C, con una previsione di sorpasso per i prossimi step di frequenza
(3,6 GHz e oltre).

Le prestazioni dell'Athlon 64 3400+ non appaiono minacciate dal
P4E a 3,4 GH
z; vedremo nel corso dell'anno se la crescita dei
clock produrrà un maggiore scostamento tra le prestazioni dei due processori,
tenendo anche conto del prossimo passaggio dell'Athlon 64 allo zoccolo
939 (con supporto per doppio canale DDR400).

I prezzi
A febbraio l'annuncio del P4E ha portato con sé una riduzione dei
prezzi dei P4C da 2,8 a 3,2 GHz; a parità di clock, i P4C e P4E in febbraio
avevano gli stessi prezzi: 417$ per 3,4 GHz, 278$ per 3,2 GHz, 218$ per 3 GHz
e 178$ per 2,8 GHz (prezzi per 1000 pezzi), ma nel fare i conti si deve considerare
che solo le migliori board per P4 supportano il P4E.

Mentre i P4 con bus a 533 MHz stanno rapidamente uscendo dal mercato, chi acquista
o costruisce un PC nella primavera 2004 ha diverse opzioni, tra cui P4C, P4E,
Athlon XP e Athlon 64. Athlon XP e P4C sono le scelte più semplici ed
economiche, ma anche l'Athlon 64 (per es. il veloce ed economico 3000+)
è una buona scelta, visto che stanno arrivando ottime motherboard per
circa 100 dollari, come la recente AOpen AK86-L, che offre alte prestazioni
e ricca configurazione (incluso RAID Serial ATA e LAN Gigabit) e supporta le
più veloci DDR400 con temporizzazioni 2-2-2-6.

Uno sguardo al futuro
Intel ha annunciato i nuovi chip set Intel Alderwood (i925) e
Grantsdale (i915) per P4E in package LGA775. Ne riassumiamo
le caratteristiche in questa tabella
che dà un'idea degli sviluppi
futuri.

Come si vede, nei prossimi mesi si parlerà di PCI-Express
e DDR-2 e dell'addio all'AGP.
Con processori più veloci, come i prossimi P4E a 3,6 e 3,8 GHz, sarà
maggiore l'incentivo a rivoluzionare la piattaforma hardware.

Per costruire PC compatti, vista l'enorme dissipazione di calore dei
P4E, Intel ha introdotto, per le motherboard BTX, un modello di modulo
termico costituito da condotto, dissipatore, ventola e clip
. Il condotto
racchiude il dissipatore e forza l'aria, spinta dalla grossa ventola,
attraverso il dissipatore e il processore e verso il retro del telaio.

Questo flusso d'aria, dopo aver raffreddato il processore, prosegue verso
la scheda grafica, che può essere inserita verticalmente in uno slot
PCI-Express della motherboard oppure orizzontalmente (nei telai ribassati) in
una scheda riser. Il flusso d'aria circola poi nel resto del telaio e
lambisce la memoria e gli altri componenti.

A partire dal secondo trimestre, sarà disponibile anche il Celeron da
90 nm con bus a 533 MHz e 256 KB di cache L2. Visto che i propri chip da 130
nm sono al capolinea, Intel ha intenzione di accelerare al massimo l'adozione
dei processori da 90 nm e ripartire nella progressiva crescita di prestazioni.
La competizione con AMD continuerà a essere serrata e i compratori beneficeranno
del calo di prezzi della piattaforma AMD64, che includerà modelli economici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here