Pentalobo: ovvero le diaboliche viti di Apple

E’ polemica per la scelta di Apple di utilizzare un nuovo tipo di viti per chiudere i suoi iPhone, MacBook Pro e MacBook Air: rendono impossibile l’apertura delle macchine se non ai centri autorizzati.

iFixit, sito statunitense che offre indicazioni, guide e strumenti per riparare i propri dispositivi elettronici, ha criticato Apple che avrebbe posto in essere un piano diabolico per limitare al massimo ogni tentativo di apertura dell’iPhone 4. Per la società della mela, l’utente non dovrebbe essere in grado di smontare il dispositivo, nemmeno per “curiosare” al suo interno. I tecnici di iFixit spiegano che, all’inizio, l’apertura dell’iPhone 4 era piuttosto semplice: dotato di due piccole ma semplici viti del tipo “Philips #00“, la “scocca” del melafonino risultava rimovibile in un attimo e l’accesso alla componentistica interna immediato.

Negli iPhone 4 di nuova costruzione ed in quelli usciti dai centri di assistenza (in seguito, ad esempio, ad una riparazione) non si trovano più le “rassicuranti” viti “Philips #00” sostituite da una misteriosa versione a forma di fiore (pentalobe). Le nuove viti somigliano alle conosciute “Torx“, fatta eccezione per il fatto di avere cinque punte, molto più arrotondate, anziché sei.

La nuova vite “pentalobe” è adesso impiegata sugli iPhone 4, sui MacBook Pro e sui MacBook Air, addirittura utilizzando dimensioni diverse per la corrispondente sezione. E’ negli iPhone 4 che Apple usa la versione di dimensioni più contenute, molto probabilmente per ragioni prettamente estetiche.

A conclusione della sua analisi, iFixit non poteva non cogliere l’occasione per lanciare un messaggio pubblicitario. Con lo slogan “liberate il vostro hardware“, il sito propone un set di cacciaviti “pentalobe” – praticamente irreperibili sul mercato – insieme con due viti “Philips #00” da utilizzare in sostituzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome