Pagamenti sicuri per l’e-commerce

Dalle banche italiane arriva Bankpass Web, un servizio indirizzato a salvaguardare gli utenti che decidono di acquistare in Rete, supportato attualmente da 230 istituti di credito.

Uno dei principali ostacoli alla diffusione del commercio elettronico viene, da sempre, riconosciuto nella sfiducia, da parte dei possibili acquirenti, nella sicurezza delle modalità di pagamento in rete. Comunicare il fatidico numero di carta di credito rappresenta, ancora oggi, un impedimento che non tutti sono in grado di superare.

Per far fronte a questo problema e favorire la diffusione del commercio elettronico è stato realizzato Bankpass Web. L'iniziativa, promossa dalle banche italiane attraverso l'e-committee, il comitato di coordinamento delle infrastrutture per l'e-banking, si concretizza in un servizio che permette di effettuare gli acquisti senza dover trasmettere in rete i dati della propria carta di credito e potendosi avvalere, inoltre, di una rete preferenziale di merchant, certificati dagli istituti di credito. «Non si tratta di un nuovo sistema di pagamento - ha spiegato Domenico Santececca. direttore centrale dell'Abi e vicepresidente dell'e-committee - ma di un servizio che contribuisce a migliorare il modo con cui vengono utilizzati i sistemi di pagamento esistenti».

Il sistema, partito con una fase di test a inizio gennaio, approda adesso a livello di servizio operativo. Il funzionamento di Bankpass Web mette a disposizione dell'utente un portafoglio virtuale, che egli riceve da un banca aderente al servizio. L'utente può acquistare presso merchant sia convenzionati sia non convenzionati. Nel primo caso, al momento della conferma dell'ordine, l'utente viene indirizzato verso il sito Bankpass presso cui è registrato, dove inserisce la propria login e password. Il servizio provvede a confermare la validità della transazione senza diffondere, attraverso il Web, alcun dato sensibile. Nel caso, invece, di acquisti su negozi virtuali non convenzionati (per esempio stranieri), l'utente riceve un numero di carta di credito virtuale da utilizzare unicamente per la transazione in corso (salvo che l'utente decida per una diversa durata). Una e-mail conferma l'avvenuta operazione.

Bankpass si propone di promuovere la diffusione del commercio elettronico, rassicurando gli utenti sulla sicurezza dei propri dati sensibili e fornendo, nel contempo, una garanzia dell'affidabilità dei merchant aderenti al circuito.
Bankpass Web verrà commercializzato dagli istituti di credito e, pertanto, il costo del servizio dipenderà dalle scelte delle diverse banche; attualmente hanno confermato l'adesione al programma Bankpass Web circa 230 istituti di credito italiani.

Gli sviluppi futuri del servizio prevedono l'integrazione con altri strumenti di pagamento bancari, l'interazione con i circuiti internazionali Visa e Mastercard e l'utilizzo per pagamenti da effettuarsi tramite la rete Gsm, attraverso un nuovo servizio, denominato Bankpass Mobile, che dovrebbe essere reso disponibile entro l'anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here