Home Digitale NTT: c'è la digitalizzazione, servono più data center

NTT: c’è la digitalizzazione, servono più data center

La divisione Global Data Center di NTT estende la propria copertura globale data center del 20% per creare un futuro connesso a beneficio dei clienti enterprise e degli hyperscaler di tutto il mondo.

NTT è operativa con data center in Europa, Nord America, Africa e Asia, inclusa una presenza significativa in India. L’azienda fornisce e gestisce data center globali interconnessi con una rete di data center regionali in mercati chiave.

L’espansione dei data center NTT

Nelle americhe nel 2020/21, sono stati aperti tre nuovi campus data center a Hillsboro, OR, Santa Clara, CA, e Chicago, IL, in aggiunta all’espansione ad Ashburn, VA.
I 47 acri (circa 190.000m2) del campus NTT di Hillsboro sono caratterizzati dalla presenza di cinque data center con 126MW di carichi IT pianificati e Subsea Connect, un servizio di connettività di rete transpacifica che offre connettività tra i siti di Hillsboro, Oregon e Tokyo, Giappone, utilizzando il sistema di cavi sottomarini Pacific Crossing (PC-1) di NTT. Il campus di Phoenix, AZ, aprirà all’inizio del 2022 e costituirà il settimo campus data center negli Stati Uniti. NTT Phoenix PH1 aggiungerà una capacità di 36MW e sarà il primo dei sette data center programmati del campus da 240MW.

In Emea lo scorso anno NTT ha aperto nuovi edifici data center ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, e a Monaco e Francoforte, in Germania, continuando a consolidare il proprio posizionamento di leadership per il data center nel mercato tedesco. Nel Regno Unito, il nuovo London 1 Data Center è stato inaugurato a Dicembre e, a pieno regime, incrementerà la capacità di NTT di oltre il 200% per supportare la dorsale digitale dei mercati dei servizi finanziari, dei media e del gaming del Regno Unito. Inoltre, NTT ha investito nei condotti e nella fibra per interconnettere tutti i suoi data center di Londra.

Nei prossimi due anni NTT incrementerà la propria capacità in EMEA di oltre il 40% con la realizzazione di 13 nuovi edifici data center, in nove mercati di sei Paesi, per fornire 115MW di capacità in più, distribuiti su 50.000 metri quadri.

NTT lancerà il suo primo data center a Madrid e a Johannesburg, così come aggiungerà ulteriori edifici a Vienna, Zurigo, Londra e in Germania, con una più estesa interconnessione data center.

Nell’area Asia Pacifico NTT inaugurerà in Indonesia il data center Jakarta 3, 15MW a Bekasi, entro la fine di quest’anno. Beneficiando dei punti di forza di NTT quale operatore di rete, i clienti saranno in grado di connettersi facilmente con IX e ISP. In aggiunta, Cyberjaya 5, in Malesia, ha iniziato a fornire 6.8MW e prevedere di aggiungere ulteriori 6.8MW al campus di Cyberjaya.

A Tokio, in Giappone, è stato creato un nuovo data center con una capacità di 21MW. In risposta alla forte richiesta dei suoi clienti, NTT sta considerando un’ulteriore espansione a Bangkok (Thailandia), nell’area metropolitana di Osaka (Giappone) e nel Vietnam meridionale.

Con l’imminente attivazione di Mumbai 8, il campus di Chandivali, il primo parco data center hyperscale operativo in India, raggiungerà una capacità di 85 MW. Nei prossimi 18 mesi, quattro nuovi parchi data center hyperscale diventeranno operativi: due a Navi Mumbai, uno a Chennai e uno a Delhi, aggiungendo approssimativamente 133MW di capacità e 50.000m2 di superficie. Le interconnessioni tra i 10 data center in India verranno implementate nel 2021, mentre sono previste stazioni di atterraggio di cavi sottomarini a Mumbai e Chennai. Questa espansione consoliderà ulteriormente la leadership di NTT nel mercato Indiano.

Oltre all’espansione della capacità globale data center di NTT, la società sta realizzando un cavo sottomarino di grande capacità “MIST” che connette Singapore, Malesia e India (Mumbai e Chennai).

Il sistema di cavi MIST avrà una lunghezza totale di 11.000km: una distanza che copre il volo aereo da New York, attraverso gli Stati Uniti e l’Oceano Pacifico, fino a Tokyo. La realizzazione verrà completata a metà del 2023.

La combinazione dell’infrastruttura, così incrementata in termini di capacità globale dei data center, e dello status di NTT di fornitore globale di servizi di rete di primo livello, fornirà alle aziende una piattaforma per rispondere in modo completo alle crescenti necessità ICT.

Global Data Center Interconnect (GDCI) è un servizio globale integrato network fabric che fornisce una rete di data center interregionale e una connessione sicura privata ai principali fornitori di servizi cloud, con un’unica porta fisica che supporta più servizi di rete virtuale, aumenta questa capacità nel fornire una dorsale digitale interconnessa ad alta velocità per i suoi mercati globali. Anche il potenziamento del sistema di cavi sottomarini contribuirà a fornire interconnessioni di data center interregionali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php