Home Aziende Google L'intelligenza artificiale di Google si evolve: addio a Bard, ecco Gemini

L’intelligenza artificiale di Google si evolve: addio a Bard, ecco Gemini

Bard sarà da oggi in poi conosciuto come Gemini, e con Ultra 1.0 Google lanciando un’applicazione mobile e Gemini Advanced.

Sissie Hsiao, Vicepresidente e Direttore Generale delle esperienze Gemini (precedentemente noto come Bard) e dell’Assistente Google, ha sottolineato che dall’introduzione di Bard l’anno scorso, persone in tutto il mondo lo hanno adoperato per interagire con l’intelligenza artificiale in modi innovativi: dalla preparazione a colloqui di lavoro, al debugging di codice, fino alla generazione di nuove idee per le proprie imprese o alla creazione di immagini come annunciato recentemente.

Sissie Hsiao
Sissie Hsiao

L’obiettivo con Bard è sempre stato quello di fornire accesso diretto ai modelli di IA, e Gemini rappresenta la linea di modelli più avanzata. Per tale ragione, Bard è stato rinominato in Gemini.

Già disponibile per testare con il modello Pro 1.0 in oltre 40 lingue (italiano incluso) e in più di 230 paesi e territori, Gemini ora introduce due nuove esperienze – Gemini Advanced e un’applicazione mobile (ancora non disponibile in Italia) – per facilitare la collaborazione con il meglio dell’intelligenza artificiale di Google.

Gemini Advanced offre l’accesso a Ultra 1.0, il modello di intelligenza artificiale più grande e avanzato, migliorando notevolmente la capacità di eseguire compiti complessi come la programmazione, il ragionamento logico, il seguire istruzioni intricate e la collaborazione su progetti creativi. Gemini Advanced consente conversazioni più approfondite e una migliore comprensione del contesto rispetto alle richieste precedenti, supportando una vasta gamma di attività, dalla creazione di piani di studio personalizzati all’assistenza in scenari di programmazione avanzata e alla generazione di contenuti innovativi per creatori digitali o imprenditori.

gemini google

La versione iniziale di Gemini Advanced riflette gli attuali progressi nell’intelligenza artificiale e si evolverà ulteriormente, introducendo nuove funzionalità esclusive, capacità multimodali estese, interazioni di programmazione più interattive e analisi dei dati più approfondite. Gemini Advanced è ora disponibile in oltre 150 paesi e territori (Italia inclusa) in inglese, con piani di estensione ad altre lingue.

Gemini Advanced fa parte del nuovo piano Google One AI Premium, offerto a 21,99 euro al mese, che include un periodo di prova di due mesi senza costi. Questo piano combina i vantaggi del piano Google One Premium esistente, come 2TB di spazio di archiviazione, con l’accesso ai progressi più recenti nell’IA di Google. Gli abbonati potranno presto utilizzare Gemini in vari servizi Google, ampliando così l’accesso a questa tecnologia.

Per assicurare un approccio responsabile allo sviluppo di questa tecnologia, sono stati integrati elevati standard di sicurezza in conformità con i Principi per l’IA di Google, inclusi controlli approfonditi sulla fiducia e sulla sicurezza e l’affinamento del modello basato sul feedback umano.

L’esperienza mobile di Gemini e Gemini Advanced viene introdotta oggi con una nuova app su Android e nell’app Google su iOS (non ancora disponibile in Italia), permettendo un accesso facilitato a Gemini per assistenza in movimento.

L’implementazione di Gemini inizia oggi in inglese su dispositivi Android e iOS negli Stati Uniti, con una disponibilità completa prevista nelle prossime settimane. Altre lingue e località saranno aggiunte progressivamente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php