LinkedIn o le applicazioni professionali

Rilasciata la nuova piattaforma, che ospita sia applicazioni sviluppate internamente, sia applicazioni sviluppate da terzi.

E’ stata rilasciata ufficialmente la nuova piattaforma di sviluppo di LinkedIn, alla quale afferisce ora un insieme di applicazioni sviluppate internamente oppure dai partner.

Il set comprende ora una “reading list” ripresa da Amazon, un’applicazione per tracciare gli itinerari sviluppata da TripIt, il file sharing di Box.net, un software di presentation da SlideShare e Google presentation.

La società sostiene di procedere con molta cura nella selezione delle applicazioni da integrare nella sua piattaforma: gli sviluppatori devono passare attraverso un processo di assesment rigoroso, prima di essere accettati. L’obiettivo è creare un bouquet di applicazioni quanto più orientate al mondo professionale.

In questa fase, va precisato, ci sono delle limitazioni per gli utenti, che non possono associare al loro profilo più di 15 applicazioni. Non è tuttavia escluso che in un futuro prossimo anche questo limite decada.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome