Il tablet fa navigare di più

Più Internet, più giornali, meno Tv. Da una ricerca Doxa ecco come il tablet cambia la vita degli italiani.

C'è un effetto collaterale importante che si accompagna alla diffusione dei tablet sia nel mondo consumer, sia nel mondo delle imprese: l'allungarsi dei tempi di navigazione medi.
Lo rivela uno studio presentato nei giorni scorsi da Fujitsu e Intel e realizzato da Doxa.

Secondo lo studio, il 60% degli italiani che possiede un tablet ha aumentato il tempo di navigazione, mentre il 40% dichiara di aver iniziato a leggere un numero maggiore di quotidiani e di periodici.

Si tratta di un cambiamento importante nelle abitudini degli utenti, che conferma la centralità della connessione Internet nelle funzioni d'uso dei tablet.
Il controllo delle email, l'uso dei social network, la ricerca di informazioni, le lettura di giornali e riviste, l'accesso a contenuti sono infatti attività chiave per i possessori di tavolette, che in qualche caso (30%) tendono anche a preferire il loro tablet persino alla Tv.

Si naviga di più, e questo è un dato di fatto, così come è un fatto che oltre la metà degli interpellati per questa ricerca si dichiari convinto che presto i tablet potrebbero raggiungere le stesse percentuali di penetrazioni degli smartphone.

Gli utenti di età compresa tra i 34 e i 44 anni sono quelli che fanno un uso più evoluto e completo dei tablet, anche se il 90% del campione ha scaricato applicazioni.
Per un'adozione più significativa nel mondo del lavoro, l'84% dei rispondenti sente la necessità di una integrazione con i software abitualmente usati nell'attività lavorativa, mentre l'80% degli interpellati rivolge i suoi desiderata alla sicurezza: i tablet devono assicurare un maggior livello di sicurezza dei dati per diventare a tutti gli effetti uno strumento utile durante l'attività lavorativa.

L'interfaccia touch piace, anche se il 32% degli interpellati gradirebbe anche la possibilità di utilizzo di una penna, mentre un buon 40% dei rispondenti vorrebbe migliorare la possibilità di accedere a supporti di memoria esterna.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here