E-mail, processo di business irrinunciabile

Un’indagine su quasi 2mila aziende europee (commissionata da Dell) sancisce il primato della posta elettronica. La migrazione dei sistemi, pertanto, diventa un elemento critico.

Sulla base di una ricerca europea condotta online su 1,826 aziende, di cui 1.102 sotto i 250 dipendenti, commissionata da Dell e realizzata dagli analisti di Quocirca, risulta che l’85 per cento delle aziende ammette che il downtime della posta potrebbe avere un impatto molto negativo sul business e che il 70 per cento delle aziende si aspetta il massimo supporto dal proprio team informatico riguardo le problematiche della posta elettronica, oltre che una risoluzione praticamente immediata (ovvero nel giro di dieci minuti) di qualsiasi inconveniente si presenti.


La ricerca di Quocirca - Business Criticality and support of email systems, pertanto, pone in evidenza l'importanza della posta elettronica nella conduzione del business e anche la necessarietà di una migrazione indolore e di un supporto continuo alle attività. In particolare, il 46% delle aziende intervistate ritiene che il problema della migrazione del sistema di posta sia di mantenere livelli di servizio sempre elevati. In subordine c'è il tema del poco tempo a disposizione per effettuare la migrazione (secondo il 41% degli intervistati) e quello contenimento dei costi (2%).


Inoltre, il sempre maggiore utilizzo di periferiche mobili come laptop e palmari rende le applicazioni di e-mail davvero vitali, dato che un terzo degli intervistati dichiara che, proprio in virtù dell’uso di periferiche mobili teme downtime della posta.


La ricerca di Quocirca ha anche messo in evidenza, pertanto, la sicurezza come fattore chiave della migrazione a un ambiente di messaggistica più consistente e supportato. In merito, il 65% delle Pmi e la maggioranza delle grandi aziende (80%) ha affermato che la gestione delle patch è centrale per la stabilità e l'affidabilità del servizio di posta.


Anche sulla scorta di queste indicazioni provenienti dalla base operativa del mercato, Dell e Microsoft spingono a verificare l’aggiornamento dei sistemi di posta elettronica sostenendo la migrazione a Exchange 2003.


I Servizi Professionali della casa texana con l'upgrade a Exchange Server puntano a ridurre i tempi di implementazione di circa il 25%, far utilizzare le risorse aziendali al 100 per cento, stabilendo costi e obiettivi di migrazione anticipatamente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here