E improvviso arriva il Blook

Colby Buzzell vince il premio per il miglior “Blook” dell’anno.

Un libro di culto nato da un blog, scritto da un soldato Usa in Iraq, ha
vinto il premio mondiale per i Blook, ovvero i libri basati su Blog.


My War: Killing Time in Iraq”, di Colby Buzzell, ha scalato la
lista dei 110 partecipanti, provenienti da 15 paesi, per vincere il Lulu Blooker
Prize 2007 (www.lulublookerprize.com) del valore di 10.000 dollari,
sponsorizzato da Lulu (www.lulu.com), il mercato leader che fornisce una
piattaforma per creare, acquistare, vendere e controllare contenuti digitali su
richiesta.

L'annuncio segue la notizia che i vertici militari hanno
recentemente ordinato ai propri soldati di smettere di postare sui propri blog,
senza prima aver fatto approvare i contenuti degli stessi.

Questo
significherebbe la fine dei blog militari, i “milblog”, e dei libri milblog - un
genere letterario nascente, del quale Buzzell è stato pioniere.

My
War potrebbe essere l'ultimo libro milblog franco e aperto
”, ha dichiarato
Paul Jones, a capo della giuria del Blooker Prize.

Il libro di Buzzell
ha già vinto il pubblico e la critica con la propria crudezza, per il punto di
vista della recluta nella guerra moderna.

Alcuni ritengono che questo
sia il miglior libro mai scritto sulla guerra in Iraq.

Kurt Vonnegut,
l'idolo letterario di Buzzell, gli ha scritto una cartolina incitandolo a
continuare.

Il successo di libri come “My War” riflettono il
crescente riconoscimento della scrittura “silenziosa”, ovvero degli scritti che
nascono online
” ha dichiarato Bob Young, CEO di Lulu.com, sponsor del
Blooker Prize.

Leo Sorge - PiùBlog

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here