DaWanda: l’artigianato si vende “mobile”

A due anni dall’apertura della propria sede italiana a Milano, all’interno di Talent Garden, per DaWanda è arrivato il momento di tirare le somme.
Sono 340.000 i designer, gli artigiani e i creativi attivi complessivamente sulla piattaforma, mentre sono 5,7 milioni gli articoli venduti, con una media di 15.000 articoli aggiunti ogni giorno.
La comunità italiana oggi conta oltre 100.000 appassionati di artigianato e design e, quel che è ancora più importante, negli ultimi mesi il numero di transazioni che hanno interessato i prodotti realizzati dagli artigiani e creativi italiani è raddoppiato e le prospettive che questa tendenza si consolidi anche nei prossimi mesi sono più che buone.
DaWanda si propone non solo come piattaforma per chi vuole avvicinarsi all’ecommerce, ma anche e soprattutto vuole guardare fattivamente ai mercati internazionali.
Su DaWanda operano sia artigiani tradizionali, specializzati nella moda, nell’oggettistica, nell’arredo, sia artigiani digitali, che propongono le loro creazioni stampate in 3D.

Cresce il mobile

Nel corso di quest’anno, le transazioni via dispositivo mobile, sia tablet, sia smartphone, sono aumentate del 58 per cento.
Se in termini numerici, le transazioni effettuate su dispositivi mobili si avvicinano sempre di più a quelle realizzate da desktop, restano ancora differenze per quanto riguarda i valori medi delle singole transaizoni, più contenute se effettuate via dispositivi mobili.
Per seguire questa tendenza, la società ha in questi giorni rilasciato la propria nuova App, disponibile sia per le piattaforme iOS e Android.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome