Home Cloud Bilancio a gonfie vele per Amazon Web Services

Bilancio a gonfie vele per Amazon Web Services

Cresce il bilancio di Amazon Web Services, che ha raggiunto i 10,8 miliardi di dollari di fatturato nel secondo trimestre 2020, un balzo del 29% rispetto all’anno precedente.

In qualità di uno dei segmenti di business in forte crescita di Amazon, AWS ha fatto registrare un aumento dei ricavi nel corso degli anni.

I ricavi annuali di AWS sono aumentati del 100% in due anni.

Dal 2006, quando Amazon ha iniziato ad offrire i suoi servizi di cloud computing, AWS si è sviluppata nella piattaforma di cloud computing leader a livello mondiale che alimenta centinaia di migliaia di aziende in 190 paesi in tutto il mondo.

L’elenco dei suoi più grandi utenti include giganti come Netflix, Twitch, LinkedIn, Facebook, BBC ed ESPN.

Nel primo trimestre del 2017, il fatturato di Amazon Web Services è stato pari a oltre 3,6 miliardi di dollari, ha rivelato il rapporto finanziario del secondo trimestre 2020 della società.

Alla fine di quell’anno, i profitti del terzo più grande flusso di entrate di Amazon sono saliti di oltre 5,1 miliardi di dollari. La tendenza all’aumento è proseguita nei prossimi dodici mesi, con il fatturato di AWS che ha raggiunto i 7,4 miliardi di dollari nel quarto trimestre del 2018.

Le statistiche indicano che questa cifra è aumentata del 34% a 9,9 miliardi di euro nel quarto trimestre del 2019. Alla fine del secondo trimestre del 2020, i ricavi di AWS sono aumentati di quasi 1 miliardo di dollari, raggiungendo il valore di 10,8 miliardi di dollari.

Le statistiche indicano anche che i servizi di cloud computing di Amazon hanno registrato l’aumento dei ricavi più significativo in due anni.

Nel 2017, il segmento AWS aveva generato 17,46 miliardi di dollari di vendite annuali. Alla fine del 2019, questa cifra è salita del 100% a 35,03 miliardi di dollari. Come secondo più grande flusso di entrate, il servizio di vendita al dettaglio di terze parti ha visto un aumento del 69% dei profitti in questo periodo.

Il fatturato dei negozi online di Amazon, il segmento più grande dell’azienda, è salito di oltre il 30% in due anni, raggiungendo i 141,25 miliardi di dollari nel 2019.

Uno dei modi più utilizzati per le aziende di utilizzare il cloud è quello di sfruttare le varie opzioni “as-a-service”, che forniscono loro l’accesso alla potenza di calcolo, al software e ad altre funzioni correlate al cloud senza la necessità di hardware interno.

Il Rapporto sullo stato del cloud di Flexera 2020 ha rivelato che il 76% dei professionisti tecnici di industrie di tutto il mondo ha dichiarato che la propria organizzazione stava attualmente eseguendo app su Amazon Web Services, mentre un altro 12% ha dichiarato che stavano sperimentando l’uso delle app AWS.

Azure di Microsoft si è classificato come il secondo servizio di piattaforma cloud più popolare, con il 63% degli intervistati che esegue le proprie applicazioni. Seguono Google Cloud e VMware Cloud Services, rispettivamente con una quota di intervistati del 35% e del 17%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php