Che effetto fa uno yuan più forte?

Cosa cambia per le aziende Hi-tech con lo sganciamento dello yuan dal dollaro?

A pochi giorni dalla decisione presa dal Governo di Pechino
di "sganciare" il valore dello yuan da quello del dollaro, legandolo a un paniere più
ampio di valute, tra le quali anche euro e yen, si moltiplicano, in particolare
sui siti americani, le analisi con le quali si cerca di capire se e quali
potrebbero essere gli impatti di una tale scelta per i diversi comparti
produttivi.
Va detto che il Governo di Pechino si è impegnato, una volta stabilito
un livello di riferimento, a mantenere le oscillazioni dello yuan sul dollaro
nell'ordine dello 0,3%, proprio per evitare scompensi eccessivi .
Come
spesso accade in questi casi, le reazioni, se pure tutte improntate a una forte
cautela, oscillano tra il cauto ottimismo e i naturali timori.
Da un lato, lo
sganciamento dello yuan dal dollaro sembra il primo passo per limitare il
dumping valutario che in tutti questi anni ha sostenuto le esportazioni dalla
Cina.
Un primo passo necessario anche per allentare certe tensioni alla base
di continue e ripetute richieste di tariffe punitive sui beni di provenienza
cinese.
I timori riguardano invece l'effetto diretto sui singoli beni e sulla
profittabilità di tutte quelle aziende che negli anni si sono rivolte alla Cina
per decentralizzare le attività di produzione.
E' chiaro che in questi
termini, a cambio diverso potrebbe corrispondere un costo più alto del prodotto
finito e un margine minore per l'azienda produttrice, spesso non cinese, ma
filiale diretta della casa madre statunitense.
Come contropartita, però,
qualche analista fa rilevare come uno yuan più forte può contribuire alla
crescita di una classe media cinese, a questo punto più disponibile ad
acquistare beni e servizi prodotti ancora una volta dalle aziende hi-tech
americane.
Un circolo virtuoso, dunque, che i più guardano con molta
attenzione.
Tenendo presente, che oltre a uno yuan più o meno forte, il vero
gap con la Cina resta il costo del lavoro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here