Cancellare i file temporanei di Internet

Non riesco a trovare le sottocartelle di Internet Temporary Files. Eppure quando eseguo la pulizia del disco con “CCleaner” posso leggere tutto il percorso: Impostazioni locali/Internet temporary files/ Content.IE5/tutte le sotto-cartelle (in genere 4 …

Non riesco a trovare le sottocartelle di Internet Temporary Files. Eppure quando eseguo la pulizia del disco con “CCleaner” posso leggere tutto il percorso: Impostazioni locali/Internet temporary files/ Content.IE5/tutte le sotto-cartelle (in genere 4 o 5).

Ho spuntato l’opzione “visualizza cartelle e files nascosti” nelle “opzioni cartella – visualizzazione” di IE7, ma nulla è cambiato.
Nel mio PC è installato Zone Alarm Pro: può dipendere da questo?

Le cartelle create da Internet Explorer sotto Documents And Settings//Impostazioni Locali/Temporary Internet Files (nella versione italiana, File temporanei Internet) sono da considerarsi ad uso esclusivo di tale programma, che vi memorizza elementi delle pagine via via visitate (innanzitutto immagini e codice HTML, ma anche fogli di stile CSS e altro) allo scopo di velocizzare successive visite alle stesse pagine in quanto, previa verifica, potrebbe non essere più necessario scaricare nuovamente tali elementi, risparmiando tempo di connessione e banda di rete.

Trattandosi di cartelle “di servizio”, non destinate all’uso da parte dell’utente, sono normalmente protette mediante l’impostazione di attributo Hidden e System, cosicché per impostazione predefinita Esplora Risorse e tutti i dialog box Salva con Nome e Apri non le visualizzino. La cancellazione “disciplinata” è possibile utilizzando, da IE7, Strumenti, Opzioni Internet, Generale, Cronologia Esplorazioni, Elimina, Elimina file temporanei Internet.

Altri programmi “specializzati” in pulizia come Ccleaner possono fornire un altro modo pratico per eliminarli. Non si vede quindi la ragione per cui un utente debba avere a che fare con queste cartelle. Tuttavia, se si volesse a tutti i costi alterare o eliminare questi file in modo manuale, è possibile disattivare in generale la protezione agendo come descritto sulle Opzioni cartella (cosa sconsigliabile specialmente se il PC è utilizzato da più persone non tutte sufficientemente esperte per evitare danni al sistema derivanti da cancellazioni accidentali di queste e altre cartelle). In questo modo i file diventano visibili e possono essere manualmente cancellati da Esplora Risorse.

Tuttavia, la protezione di questi file contro la cancellazione, la lettura e soprattutto la modifica è una importante misura di sicurezza in quanto alcuni di essi potrebbero rappresentare contenuto attivo (per esempio codice Javascript collegato all’apertura di una pagina) che, se alterato, potrebbe essere sfruttato come via d’accesso al sistema. Inoltre, alcuni file potrebbero contenere informazioni sensibili (si pensi, per esempio, alla pagina di risposta del proprio home banking in cui compaiono il numero della carta di credito oppure l’estratto conto). Per questo è plausibile che alcuni programmi come spyware e suite integrate di sicurezza applichino qualche misura ulteriormente restrittiva all’accesso di queste cartelle.

Riguardo al sospetto particolare su ZoneAlarm alcuni utenti con lo stesso problema hanno sostenuto che disattivando ZoneAlarm, oppure modificando il livello di sicurezza impostato sul programma, il problema è sparito

. È tuttavia dubbio se questa interferenza fra ZoneAlarm e Windows sia strutturale e intenzionale oppure se dipenda da una installazione non andata a buon fine, oppure a un passo di configurazione iniziale trascurato. Si tenga anche conto che ZoneAlarm Pro dispone di un suo strumento Cache Cleaner che provvede all’operazione di ripulitura in modo molto più pratico di qualsiasi sequenza di cancellazione manuale.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome