Home Apps Camscanner, gestione documentale a portata di smartphone

Camscanner, gestione documentale a portata di smartphone

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’insieme ristretto ma indispensabile per la propria azienda.

La tentazione di impugnare lo smartphone e scattare una foto di un documento da archiviare è spesso troppo forte per rinunciare a completare il lavoro senza dover attendere di avere a disposizione a uno scanner.

Se per un’esigenza sporadica può anche essere una soluzione accettabile, quando si parla lavoro anche la precisione conta. Esattamente quanto è in grado di offrire Camscanner, app di gestione documentale, pronta a rivelarsi utile anche se con qualche precauzione.

Camscanner è pensata infatti per acquisire, organizzare e condividere foto e documenti in diversi formati, PDF, Word, Excel. Completa di modulo OCR per il riconoscimento automatico del testo da un’immagine, permette anche la creazione e la modifica di un file PDF.

Tutti i file in riga

Utile quindi quando si lavora in mobility o in smart working e la disponibilità di uno scanner non è scontata. Anche quando disponibile però, può rivelarsi prezioso alleato per la gestione dei documenti personali o anche di piccole aziende.

Una vota digitalizzato il documento, la funzione Batch Scan Mode racchiude le operazioni più comuni, tra cui il ritaglio e miglioramento automatico. Inoltre, se necessario, anche il passaggio al sistema OCR e le funzioni utili all’organizzazione. Vale a dire, inserire i documenti in gruppi, ordinarli per data, aggiungere tag, visualizzarli come lista o con delle miniature e all’occorrenza impostare delle password.

Inoltre, effettuata la registrazione, a disposizione anche uno spazio cloud per la copia e la sincronizzazione dei propri documenti.

I dubbi sulla sicurezza di Camscanner

Fino a qua, un’app come tante, utile per svolgere determinati compiti puntando sulla flessibilità del cloud e dei dispositivi attuali, con una modalità di uso gratuita con inserimento di pubblicità e una pagamento con canone da 4,99 dollari al mese, differenziate soprattutto per quantità di spazio disponibile, numero di cartelle gestibili e precisione del sistema OCR.

In più però, c’è una importante considerazione da fare.

Nel 2019 Camscanner si è ritrovata al centro di una serie di accuse, neppure tanto velate, di essere un’app pericolosa.

Dopo i primi anni di servizio trasparente, nella pubblicità sono comparsi sempre più di frequente dei malware, in grado di mettere a rischio i dati dell’utente. In alcuni casi, anche di iscriverli a servizi a pagamento a loro insaputa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php