Home Mercato Appian integrerà low code con la Robotic process automation

Appian integrerà low code con la Robotic process automation

Secondo Forrester il mercato della Robotic Process Automation dovrebbe raggiungere i 12 miliardi di dollari entro il 2023, ma molte organizzazioni sono ancora nelle prime fasi del loro percorso.

Le aziende hanno sperimentato l’RPA implementando robot di più fornitori, dando luogo a un panorama tecnologico frammentato.

I robot sono spesso impiegati in silo senza un’efficace supervisione umana, creando problemi di gestione.

Le preoccupazioni dei CIO sulla sicurezza e la governance dei robot hanno anche limitato la crescita dell’RPA per i casi di utilizzo su larga scala.

Questi fattori motivano l’acquisizione di Novayre Solutions SL, sviluppatore del software di Robotic Process Automation Jidoka RPA, da parte di Appian.

Appian unificherà lo sviluppo low-code e la Robotic Process Automation in un’unica piattaforma di automazione completa, consentendo l’orchestrazione di tutti e tre gli agenti del lavoro moderno: umani, bot e intelligenza artificiale.

Sono incluse le funzionalità di case management leader di mercato di Appian, quindi se i robot creano errori o eccezioni, gli esseri umani vengono coinvolti nel ciclo per effettuare rapidamente le correzioni.

Appian fornirà la governance di RPA per l’azienda. Le organizzazioni saranno in grado di gestire la forza lavoro robotica dei principali fornitori di Robotic Process Automation, tra cui Blue Prism e UIPath.

Le interfacce di business per la gestione dei robot – incluso il monitoraggio, la programmazione e la reportistica – sono disponibili sia sul web che sui dispositivi mobili. Il servizio fornirà un’analisi e una reportistica potente, che va dall’analisi dell’impatto alla conformità.

La Robotic Process Automation di Appian sarà cloud RPA e Java RPA.

Il nuovo servizio sarà disponibile a livello globale sul cloud Appian. Gli sviluppatori di bot possono sfruttare un potente ambiente di sviluppo integrato Java (IDE), che permette loro di costruire robot sofisticati.

Saranno anche in grado di incorporare una intelligenza artificiale alimentata da Google, che estende i casi d’uso dei robot e facilita la gestione dei bot.

La sicurezza di livello enterprise, con le certificazioni di conformità SOC 2 e ISO 27001, sarà integrata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php