America rules

Quel che è giusto è giusto, ma qualcuno ci marcia.

La Corte d'Appello per il sesto circuito statunitense (Kentucky, Michigan,
Ohio e Tennessee) ha emesso una sentenza definitiva che obbliga il governo degli
Stati Uniti a procurarsi di volta in volta un permesso presso la magistratura
prima di analizzare le e-mail degli utenti contenute presso i server dei service
provider.

Per 20 anni questo non è accaduto: solitamente gli
investigatori federali impugnavano lo Sca (Stored Communications Act) per
ottenere segretamente accesso alla posta elettronica dei provider, alla stregua
di una normale trafila burocratica.

L'Epp (Electronic Frontier
Foundation) insieme ad altri gruppi di tutela dei diritti civili ha perorato la
causa di violazione del Quarto Emendamento della Costituzione americana (che
difende il cittadino dalle perquisizioni irragionevoli) e si è visto dare
ragione.

D'ora in avanti la Web mail dei cittadini americani potrà
essere consultata liberamente solo da hacker, phisher e malintenzionati con
regolare fedina.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome