Aggiornamento Cap

Consodata propone una soluzione di normalizzazione degli archivi indirizzi.

Consodata ha rilasciato una nuova versione di Nordcode, sistema di normalizzazione e geocodifica che incorpora le modifiche determinate dall'entrata in vigore dei nuovi Codici di Avviamento Postale (Cap).

Il tema è di attualità, anche se la nuova edizione dei codici postali è operativa. In sostanza, le aziende che intrattengono rapporti di corrispondenza (praticamente tutte) e che hanno un database degli indirizzi, devono correggere i campi modificati dalla nuova edizione dei Cap.

L'operazione può avvenire manualmente, ma con grande dispendio di tempo, o con servizi di adeguamento automatico. Poste Italiane propone a 5mila euro un kit di servizi con un database che esegue l'operazione. La comunità opensource sta cercando di ricostruire il file con i Cap per metterlo poi a disposizione sul sito della Free Software Foundation (ne esiste già una versione). Altre realtà fanno consulenza sulle operazioni di aggiornamento.

La società del gruppo Seat Pagine Gialle specializzata nei servizi per il marketing, ha aggiornato il proprio sistema su server o in rete, che provvede in automatico a correggere gli indirizzi e a renderli conformi alla normativa postale, includendo gli estremi di geocodifica comunemente utilizzati dai sistemi di geomarketing.

Norcode 5.0 consente verificare e inserire automaticamente i nuovi Cap nelle anagrafiche, corredandole anche del codice di sezione censuaria e del prefisso telefonico: assicura una copertura territoriale estesa a 26 milioni di numeri civici e 940 mila strade e ha una capacità di geocodifica estesa sino a 800 mila strade. Presenti anche capacità di correzione della denominazione di località e degli indirizzi indicati erroneamente (dizioni invertite, incomplete, con errori, sinonimi o abbreviazioni).
Lo strumento, assicura Consodata, si integra con i più diffusi database.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome