Nuova Sabatini, al via le nuove norme per i finanziamenti alle Pmi

euro finanziamenti

Ottimizzazione e semplificazione dei flussi e riduzione dei tempi per l’erogazione dei finanziamenti alle Pmi, sono alcuni dei principali vantaggi della riforma della ”Nuova Sabatini” che sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale n. 58 del 10 marzo 2016 e introdotte con il decreto legge del Ministero dello Sviluppo economico 25 gennaio 2016.

Le modifiche alla “Nuova Sabatini” prevedono infatti che i contributi a favore delle Pmi che acquistano beni strumentali possano essere concessi anche a fronte di finanziamenti erogati dalle banche e dalle società di leasing a valere su una provvista diversa dall’apposito plafond della Cdp. Le banche e le società di leasing che si avvarranno di questa opportunità utilizzando la doppia provvista dovranno informare le aziende clienti che, a loro volta, potranno scegliere la tipologia di finanziamento che presenta le condizioni più favorevoli.

La possibilità di ricorrere a un’ulteriore provvista rispetto al plafond Cdp (peraltro ancora disponibile perché è stata finora utilizzata poco più della metà della dotazione complessiva pari a 5 miliardi di euro) incrementerà ulteriormente l’operatività della “Nuova Sabatini”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here