Marketing conversazionale: iAdvize finanzia lo sbarco negli Usa

iAdvize, startup specializzata in marketing conversazionale, annuncia un finanziamento di serie C da 32 milioni di euro ottenuto da Idinvest Partners, Bpifrance via Large Venture, il fondo dedicato alle società innovative in forte crescita e Quadrille Capital.

La soluzione di iAdvize rileva i visitatori che hanno bisogno di consigli durante il percorso d’acquisto su internet, fornendo una risposta in tempo reale e in qualsiasi momento dal servizio clienti del marchio, dai chatbot o da ibbü, la community di ambasciatori, selezionati per le loro competenze e retribuiti per i consigli che condividono.

Con il suo marketing conversazionale iAdvize genera oltre 1 miliardo di euro di fatturato all’anno per 600 aziende sue clienti.

Il nuovo finanziamento permetterà a iAdvize di accelerare il suo sviluppo in tre direzioni.
Rinforzare la posizione europea, in particolare sui suoi mercati di riferimento (Francia, Germania, Regno Unito, Spagna e Italia) effettuando 250 assunzioni entro il 2020.
Accelerare l’innovazione del prodotto, raddoppiando l’organico nel reparto Ricerca e Sviluppo, con l’obiettivo di investire in modo significativo nell’intelligenza artificiale e continuare lo sviluppo di ibbü.
Entrare nel mercato statunitense con l’apertura di un ufficio a Boston da ottobre 2017.

Il piano di sviluppo

I primi due finanziamenti (14 milioni nel 2015) avevano permesso a iAdvize di aprire velocemente diversi uffici in Europa. Da settembre 2015 sono stati creati 60 posti, di cui il 50% è stato dedicato all’internazionalizzazione  dell’azienda  e  all’accompagnamento  dei  clienti  nei  diversi  mercati europei. Oggi iAdvize si estende al di là dell’Europa aprendo un ufficio a Boston già da ottobre, con l’arrivo di dipendenti dalla sede centrale e l’assunzione di persone native.

Entro due anni, 250 persone si aggiungeranno al team di iAdvize che conta già 190 dipendenti e 12 nazionalità. Saranno assunte diverse figure professionali, tra cui ingegneri e commerciali. La metà di queste assunzioni verrà effettuata negli uffici europei e a Boston.

Nel 2016 iAdvize ha lanciato il servizio ibbü: una community di appassionati retribuiti per dare dei consigli su internet ai clienti dei marchi. Un concetto che ha già conquistato in meno di un anno più di 50 aziende in Europa, tra cui grandi imprese come Sardegna.com, Mister Auto, ManoMano, Cdiscount, EDF, Voyages-sncf.com, IKKS, ecc.

Dal lancio, più di 12.000 persone hanno desiderato entrare nella community di ibbü e sono 300 gli appassionati che ogni settimana danno dei consigli ai visitatori. Con il 90% di soddisfazione e un tasso di conversione moltiplicato per 10, ibbü permette ai siti di offrire un servizio clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ogni mese 100.000 clienti ricevono i loro consigli in tempo reale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here