Huawei CloudCampus, la soluzione per le reti aziendali del futuro

Le imprese di qualsiasi dimensione hanno intrapreso la trasformazione digitale, attività che le coinvolge interamente, dall'ufficio alla produzione, alle operazioni. Per portarla a compimento hanno però bisogno di una rete multifunzionale, capace di essere totalmente wireless e di collegare rapidamente le persone, le cose e gli ambienti.

Le stesse imprese si aspettano inoltre che la rete sia in grado di rilevare e gestire le esperienze degli utenti e delle applicazioni in qualsiasi momento. In più, desiderano che la rete sia di alta qualità e facile da gestire e manutenere, con continue auto-ottimizzazioni.

La soluzione CloudCampus di Huawei applica la filosofia Intent Driven Network (IDN). Questa, con tecnologie di analisi dei big data e di intelligenza artificiale, aiuta le aziende a costruire reti a prova di futuro. Reti in grado di fornire automaticamente servizi, prevedere e rilevare guasti, garantire un'esperienza utente ottimale e rilevare in modo intelligente le minacce.

Le reti realizzate con Huawei CloudCampus sono intelligenti, semplificate, a banda ultralarga, aperte e sicure. Possono fornire un'esperienza eccellente per ogni utente, in ogni applicazione e in ogni momento, mitigando le minacce sconosciute ubiquitarie e accelerando la trasformazione digitale delle imprese.

Con Huawei le reti passano dalla centralità dei dispositivi alla centralità degli utenti.

Gli elementi della soluzione CloudCampus

Sfruttando la filosofia IDN, Huawei ha ridefinito la propria soluzione CloudCampus per le reti dei campus introducendo i concetti di progettazione intelligente, semplificata, sicura e aperta. Un sistema O&M intelligente, che si basa sull'analizzatore e sul controller intent-driven, può essere costruito sul cloud per fornire un sistema a ciclo chiuso predittivo e capace di auto-ripararsi. Un sistema in grado di fornire una visibilità aggiuntiva dell'esperienza di ogni utente in ogni applicazione.

La soluzione completa per l'automazione del ciclo di vita, Software-Defined Campus (SD-Campus 2.0), è progettata per reti di campus di medie e grandi dimensioni. SD-Campus sfrutta le tecnologie di rete e cloud software-defined, rendendo i dispositivi realmente plug and play e ottenendo la creazione automatica di reti virtuali e la gestione automatica dei criteri per utenti e applicazioni. Queste caratteristiche contribuiscono a ridurre l'OPEX dell'80%.

Grazie alla tecnologia di telemetria, CampusInsight 2.0 raccoglie i dati di rete e di applicazione dai dispositivi in tempo reale e su richiesta. Le tecnologie di Big Data e Intelligenza artificiale sono utilizzate per implementare una previsione proattiva dei guasti di rete. L'85% dei potenziali guasti viene identificato automaticamente, migliorando l'efficienza nella risoluzione dei problemi. Tutti questi vantaggi forniscono alle imprese un'esperienza eccellente per ogni utente e in ogni applicazione.

Applicando le tecnologie di software-defined networking e di intelligenza artificiale alle soluzioni di sicurezza informatica, viene lanciata la soluzione di sicurezza definita dal software (SDSec) per una profonda convergenza delle reti aziendali. Il Cybersecurity Intelligence System (CIS), una piattaforma di analisi delle minacce basata su Big Data, viene sfruttato da SDSec@Campus per rilevare le minacce avanzate utilizzando algoritmi di rete neurali. In aggiunta, il nuovo controller di sicurezza di rete SecoManager, organizza automaticamente, ottimizza e implementa policy di sicurezza, contrastando le minacce a livello di rete tramite policy in tempo reale, e previene la diffusione orizzontale delle minacce nel più breve tempo possibile. La soluzione SDSec consente di ridurre fino al 90% il tempo medio di rilevamento (MTTD) e il tempo medio di riparazione (MTTR) rispetto alle soluzioni tradizionali.

Con CloudCampus viene costruita un'architettura completamente programmabile basata sul chip ENP sviluppato da Huawei. I nuovi servizi vengono introdotti in modo rapido e flessibile attraverso la programmazione. Le funzioni native AC abilitano la convergenza cablata e wireless. SD-Campus automatizza i servizi di rete per l'intero ciclo di vita, rendendo i dispositivi plug-and-play e ottenendo la creazione automatica di reti virtuali e la gestione automatica dei criteri per gli utenti e le applicazioni. Il chip ENP facilita il campionamento e l'analisi del traffico 1:1, supportando l'analisi basata su Big Data e la difesa contro le minacce avanzate.

I vantaggi concreti dell'approccio CloudCampus

Automazione intelligente
Nelle imprese moderne le connessioni Wi-Fi vengono estese dalle applicazioni per ufficio agli ambienti di produzione. Questo cambiamento aumenta i requisiti di affidabilità della rete wireless. Il motore di analisi della rete di Huawei CampusInsight utilizza l'intelligenza artificiale e l'analisi dei Big Data per aiutare gli amministratori IT a visualizzare e diagnosticare la rete in base a ciascun utente e a ciascuna applicazione e a implementare la gestione predittiva dei guasti. L'85% dei potenziali guasti viene identificato automaticamente, migliorando l'efficienza nella risoluzione dei problemi e fornendo un'eccellente esperienza utente.

Meno spese operative
Coprendo tutto, dalle reti wireless di piccole dimensioni alle reti di grandi dimensioni ad accesso convergente, SD-Campus di Huawei sfrutta completamente le tecnologie SDN e cloud-based per semplificare la gestione della rete e O&M. In particolare, SD-Campus automatizza i servizi di rete durante l'intero ciclo di vita (compresa pianificazione, provisioning, policy e ottimizzazione). Inoltre, migliora l'utilizzo delle risorse attraverso la costruzione di reti virtuali automatizzate, riducendo le spese operative dell'80%.

Sicurezza immediata
Il tempo in cui le minacce rimangono nascoste nella rete è in aumento e spesso la sicurezza delle reti, che si concentra prevalentemente sulla difesa delle frontiere, non è più efficace. Questo perché sempre più applicazioni sono migrate sul cloud, sempre più servizi per gli utenti diventano mobili e sempre più applicazioni per l'internet degli oggetti si connettono alle reti.
Man mano che le reti diventano virtuali e software-defined, la gestione dei criteri di protezione diventa troppo complessa per essere eseguita manualmente dagli esperti di sicurezza. Huawei SDSec estrae i dati dai dispositivi di rete che supportano i chip ENP Huawei: sfruttando un'analisi basata su intelligenza artificiale, Huawei implementa un rilevamento più rapido delle minacce e una prevenzione proattiva e automatica delle stesse. SDSec raggiunge il 90% di MTTD e MTTR in minore tempo rispetto alle soluzioni tradizionali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.