Availability Platform per il cloud ibrido di Veeam

Si chiama Veeam Availability Platform la nuova offerta di Veeam per cloud ibrido destinata a inaugurare una nuova generazione di prodotti per l’Availability.
Messa a punto con un occhio alle previsioni di IDC, secondo cui, entro il 2019, i fornitori di soluzioni chiamate a garantire l’availability in tempo reale saranno messi sotto forte pressione dalla maggior parte delle aziende che, in tutto il mondo, avranno scelto di passare a un ambiente It prevalentemente basato su cloud, l’ultima nata offre continuità operativa di livello enterprise.

Che cosa fa

Tra le promesse di Veeam Availability Platform, che si rivolge ad aziende di qualsiasi dimensione, vi sono, infatti, Service Level Objectives per il ripristino inferiori a 15 minuti per tutte le applicazioni e tutti i dati, nonché orchestrazione in caso di disaster recovery per garantire la disponibilità dei carichi di lavoro virtuali, fisici e sulla nuvola all’interno di un contesto di cloud ibrido.

Il tutto indipendentemente dalla loro posizione e dalla piattaforma cloud sottostante, così da ottimizzare gli investimenti It e migliorare la flessibilità dei clienti che, a proprio vantaggio, potranno usufruire di monitoraggio proattivo, reportistica, test e documentazione per garantire che i requisiti aziendali e normativi vengano soddisfatti.

Che cosa garantisce

La nuova Veeam Availability Platform offre una nuova generazione di availability per i carichi di lavoro virtuali, fisici e basati sul cloud, garantendo disponibilità per cloud private e server virtuali con Veeam Availability Suite.
Proprio il prodotto di punta di Veeam, che offre l’Availability per i carichi di lavoro in cloud privato e server virtuali attraverso Veeam Backup & Replication e Veeam ONE, porterà in dote circa un centinaio di nuove funzionalità e migliorie nella versione 9.5 attesa a ottobre.

Veeam_Availability-Platform_with_VACInoltre, nella Veeam Availability Platform è presente la nuova Veeam Availability Console, una piattaforma cloud-enabled disponibile per i service provider e per gli ambienti enterprise distribuiti che consente di garantire servizi di Backup as a Service e di Disaster Recovery as a Service.

A sua volta, Veeam Agent for Microsoft Windows e Veeam Agent for Linux forniscono, rispettivamente, l’availability per i carichi di lavoro con sistemi Windows e per i carichi di lavoro con sistemi Linux, in cloud pubblici e server fisici, on premise, in sedi remote o in cloud, nonché postazioni di lavoro operanti in sede o in mobilità.

Infine, Veeam Availability Orchestrator fornisce l’orchestrazione del disaster recovery per le aziende di livello enterprise, inclusa l’orchestrazione dei backup e delle repliche Veeam tramite piani di disaster recovery personalizzati, test automatici di disaster recovery, controllo di conformità e creazione automatica della relativa documentazione.

Ripristino self service dei backup in autonomia

Il tutto, come suggerito dai commenti dei clienti riportati in una nota ufficiale, senza che si renda necessario, in caso di ripristino, avere disposizione personale qualificato con competenze specifiche per far fronte a eventi disastrosi.

Da qui un generale abbassamento dei costi di supporto che i service provider possono scegliere di investire nel proprio ambiente cloud.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here