Studi professionali, la consulenza vince con la digitalizzazione

Apertura mentale, competenza, digitalizzazione. Su queste basi Bruno Festini Battiferro ha costruito, insieme al suo partner Dr. Luca Dalla Torre, il successo dello Studio New Service, un punto di riferimento per professionisti e imprese dell’area di Bressanone e anche oltre.

Bruno Festini Battiferro è un professionista sorprendente.

Innanzi tutto per la competenza ma anche per la sua “Weltanschauung”. Essendo altoatesino il termine in tedesco (che possiamo tradurre in "Visione del mondo") non è affatto fuori luogo.

“Credo che per fare il consulente sia necessario offrire al proprio cliente un ventaglio di competenze, visioni, esperienze varie e diversificate. Il concetto di competenze non si deve limitare, secondo me, a quelle tecniche per le quali si viene richiesti come consulenti, ma deve spaziare in altri territori magari nemmeno tanto limitrofi, ma che danno la possibilità di guardare all’insieme dei problemi anche da punti di vista differenti. Credo molto al concetto di visione “out of the box”.

Secondo Bruno Festini Battiferro la professione del commercialista non deve limitarsi solo “all’aridità dei numeri e degli adempimenti” (dixit). La consulenza fiscale, gestionale, manageriale è molto di più e deve trarre spunti dalle esperienze pregresse e dalla vita reale.

La partecipazione e il coinvolgimento sono doti che Bruno Festini Battiferro immette nel rapporto consulenziale con i suoi clienti.

“È fondamentale poter contare su un solido supporto digitale per realizzare davvero la visione del consulente a tutto tondo. Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia è il nostro partner tecnologico e digitale da molti anni ed è grazie a questa partnership che riusciamo a fare quello che facciamo”.

Partecipazione e digitalizzazione

La massima automatizzazione dello studio, delle procedure e degli adempimenti è la base per poter svolgere la professione del consulente, per avere concretamente il tempo di immergersi nelle attività industriali o commerciali del proprio cliente, per poter capire appieno come opera e dunque pensare a come migliorare i processi.

“In questo è fondamentale il rapporto con la clientela e la condivisione. Wolters Kluwer Tax & Accounting ci ha reso disponibile un portale di condivisione straordinariamente efficace attraverso il quali restare costantemente in contatto con la clientela e «vivere» il rapporto in tempo reale o quasi.”

Snellire e velocizzare il flusso di comunicazioni tra lo studio professionale e la clientela, offrire servizi per una raccolta veloce, precisa e tempestiva dei dati e la condivisione delle stesse informazioni è la base strategica per una rinnovata alleanza tra professionisti e clientela.

“I modelli organizzativi e quelli di business hanno assunto velocemente forme differenti per adattarsi a nuove esigenze, in parte dettate dalle normative, in parte da prassi divenute d’uso comune. La velocità di adeguamento al cambiamento indotto dal digitale diventa, quindi, una variabile strategica.”

La base dei numeri va interpretata e il mestiere del professionista qui si compenetra con un’altra passione di Bruno Festini, il teatro.

Recitare vuol dire entrare in una parte, in un personaggio, attingere alle sue particolarità e farle proprie per offrirle al pubblico da un palco. Nella mia professione da consulente utilizzo la stessa tecnica, entro nella parte grazie alla collaborazione e condivisione, attingo dalle particolarità delle attività del mio cliente e cerco di farle mie. Voglio capire il più possibile cosa fa il mio cliente, come lo fa. Poi, su una base numerica acquisita grazie alle soluzioni e alle automazioni digitali, sono in grado di proporre soluzioni diverse, offro punti di vista differenti che analizzati insieme possono significare un passo avanti. Dal palcoscenico digitale offro una versione nuova o rinnovata di un’attività.”

Bruno Festini Battiferro è convinto della centralità del professionista e della sua capacità intellettiva che dal digitale trae sempre il vantaggio di lavorare meglio e non meno.

È anche entusiasta del nuovo programma che Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ha lanciato recentemente.

Con Te – B.Point edition” è un’iniziativa che tramite la digitalizzazione darà allo Studio New Service ulteriore linfa per lo sviluppo a tutto vantaggio della clientela.

“Wolters Kluwer ha voluto sostenere gli Studi Professionali anche con programmi ad ampio spettro che modernizzano gli applicativi in uso e favoriscono l’efficienza dell’operatività professionale. Abbiamo un obiettivo comune, che si chiama soddisfazione, nostra, del nostro fornitore, dei nostri clienti. Con questo programma l’azienda ci offre anche formazione permanente per approfondire la conoscenza di tutte le novità che la modernizzazione dello strumento digitale offre”.

Il Programma “Con Te – B.Point edition “si regge su tre pilastri: le rinnovate funzionalità dell’applicativo, il programma di formazione permanente e il concreto riconoscimento della solidità della collaborazione tra cliente e fornitore.

“Credo che questo programma sia un passo importante nella direzione giusta. Vedo il futuro della professione nello sviluppo delle creatività nella consulenza. L’automazione è indispensabile, ma il bisogno primario è l’affiancamento al cliente e l’offerta della consulenza al suo business in un’ottica manageriale, di investimenti, di gestione e di opportunità finanziarie e di sviluppo. Dobbiamo conoscere il mondo produttivo dei nostri clienti, ma non dobbiamo sostituirci a loro nella produzione. Dobbiamo affiancarli e guidarli dove loro sono magari meno solidi. Qui interviene il digitale che ci aiuta in termini di output di dati.”

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.