Windows 10 Come usare Continuum

Con Windows 10 Microsoft ambisce a creare un vero e proprio ecosistema di prodotti (sia hardware che software) e servizi capaci di aiutare l'utente a lavorare più o meno allo stesso modo, indipendentemente dal dispositivo utilizzato (tipologia, fattore di forma, strumenti di input messi a disposizione).

Non soltanto le applicazioni devono essere sempre più "universali" (Universal apps) e quindi funzionare, allo stesso modo, sui sistemi desktop così come sui dispositivi mobili ma è lo stesso Windows che deve garantire la medesima esperienza d'uso su ciascun device.

Windows 10 diventa così molto più abile nel comprendere automaticamente su quale sistema risulta installato: su una macchina equipaggiata con un display multitouch verrà attivata la modalità tablet, sui sistemi tradizionali verrà invece utilizzata, di default, l'interfaccia tradizionale.

Continuum permetterà poi di trasformare un dispositivo mobile (Windows 10 Mobile di fascia alta) in una sorta di PC: basterà collegarlo ad un monitor via HDMI ed il sistema operativo adatterà il suo funzionamento.
Certo, le architetture che contraddistinguono uno smartphone, seppur di fascia alta, ed un PC sono notevolmente differenti ma rientrare a casa col proprio telefono e poterlo usare come se fosse un computer può fare sicuramente la differenza.

Con il rilascio dell'aggiornamento gratuito per Windows 10 battezzato Redstone (sarà distribuito nel corso dell'estate 2016), coloro che usano un dispositivo Windows 10 Mobile potranno avviare un'app quindi proseguire il lavoro dal punto dove lo avevano lasciato sul proprio PC Windows 10.
Allo stesso modo, se si comincerà la stesura di un'email su PC, si potrà poi continuarne la preparazione sul dispositivo mobile. Il "passaggio" da un dispositivo all'altro sarà intuitivo ed immediato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here