Come sarà Vesta, il robot casalingo di Amazon

Dieci anni fa Amazon ha introdotto il Kindle e ha stabilito il fascino della lettura su un dispositivo digitale. Quattro anni fa, Jeff Bezos e la società ha lanciato l'Echo, spingendo milioni di persone a iniziare a parlare con un computer.

Ora per Amazon è giunto il momento dei robot per la casa. Anche perché il mercato dei robot di consumo sarà di circa 15 miliardi di dollari l'anno entro il 2023, secondo una stima di Research&Markets, che stima il il mercato attuale in 5,4 miliardi di dollari.

Il colosso del retail e del cloud computing gigante ha dato il via a un ambizioso piano top secret per costruire un robot domestico.

Secondo le indiscrezioni trapelate, il nome in codice del progetto è Vesta e il progetto è supervisionato da Gregg Zehr, che dirige la divisione di ricerca e sviluppo hardware Lab126 di Amazon, con sede a Sunnyvale, California. Lab126 è responsabile per i dispositivi Amazon come gli altoparlanti Echo, Fire Tv set-top-boxes, Fire Tablet e lo sfortunato Fire Phone.

Al via le assunzioni per Vesta

Il progetto Vesta è avviato da tempo ma quest'anno Amazon ha iniziato ad aumentare le assunzioni. Ci sono decine di annunci sulla pagina Lab 126 Jobs per posizioni come Software rngineer, robotics e Principle sensor engineer.

La società spera di iniziare a fare i primi test sul campo entro la fine di quest'anno, e arrivare ai consumatori già nel 2019, anche se la timeline potrebbe cambiare e i progetti hardware Amazon a volte vengono uccisi durante la gestazione.

Non è chiaro quali compiti un robot Amazon potrebbe eseguire. Le persone che hanno familiarità con il progetto ipotizzano che il robot Vesta possa essere una sorta di Alexa mobile, che accompagna i clienti in parti della loro casa dove non hanno dispositivi Echo.

I prototipi dei robot sono dotati di telecamere avanzate e software di visione computerizzata e possono navigare attraverso le case come una macchina auto-guidante.

L'ex dirigente di Apple Max Paley sta guidando il lavoro sulla computer vision. Amazon ha anche assunto ingegneri meccanici specializzati dell'industria robotica. Il progetto è diverso dai robot di Amazon Robotics, una società controllata, nel Massachusetts e in Germania.

Amazon Robotics installa robot nei magazzini Amazon per movimentare le merci e nasce come società denominata Kiva Systems, che Amazon ha acquisito nel 2012 per 775 milioni di dollari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here