Sviluppatori, quanto guadagnano e che linguaggi preferiscono

Stack Overflow ha rilasciato i risultati del propro sondaggio annuale sugli sviluppatori.

Con più di 100.000 risposte da parte degli utenti in 184 paesi è l'indagine più ampia sulla forza lavoro degli sviluppatori svolta fino a oggi.

L'indagine 2018 offre alcuni spunti importanti con informazioni sui linguaggi di programmazione più amati e odiati e sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Java Script il linguaggio più usato

Gli sviluppatori sono per lo più ottimisti circa le possibilità future offerte dall’Intelligenza artificiale con quasi i tre quarti degli intervistati che dicono di essere complessivamente più entusiasti che preoccupati.

L'automazione dei lavori è il pericolo meno significativo dato dall'intelligenza artificiale secondo gli intervistato, con oltre l'80% di loro che non la considera la preoccupazione più grande.

In generale si può dire che gli sviluppatori tendano a non assumere responsabilità relativamente agli effetti dell’intelligenza artificiale. Per loro il problema riguarda essenzialmente i tecnologi e solamente un quarto degli intervistati ritiene che un organismo di regolamentazione dovrebbe essere il primo responsabile.

Di fronte alla domanda sulla responsabilità etica del lavoro di programmazione il 58% ha risposto infatti che il dovere di assicurarsi che il codice sia etico è in ultima analisi dei vertici aziendali, non degli sviluppatori.


JavaScript, per il sesto anno consecutivo, è il linguaggio di programmazione più usato a livello globale. Python è il linguaggio con la più forte crescita e ha superato C#.

Per il terzo anno consecutivo, Rust è il linguaggio più amato dagli intervistati e Visual Basic 6, per la terza volta, conferma di essere il più temuto.

Redis è particolarmente apprezzato, mentre MongoDB è il database più ricercato. Quando si tratta di database, però, MySQL e SQL Server sono i più comunemente utilizzati tra la comunità di programmazione.

Solo il 16% degli sviluppatori è attivamente alla ricerca di una occupazione, esercitando una pressione aggiuntiva sui datori di lavoro affinché siano in competizione per accaparrarsi i talenti e attirare l'attenzione del 60% dei codificatori considerati candidati passivi (coloro che non sono alla ricerca di un nuovo lavoro, ma prenderebbe in considerazione nuove opportunità).

L'età e gli stipendi

Dal punto di vista dell’età, il 57% degli sviluppatori ha meno di cinque anni di esperienza professionale e circa il 75% degli sviluppatori che guadagnano 100mila dollari che hanno partecipato al sondaggio ha meno di 35 anni.

Gli sviluppatori con il minor numero di anni di esperienza sono gli sviluppatori di videogiochi e grafica e gli sviluppatori di cellulari che sono anche i più propensi a cercare lavoro.

Con stipendi medi superiori a 70.000 dollari, i programmatori che utilizzano F#, Ocaml, Clojure, and Groovy guadagnano di più rispetto a quelli che utilizzano altri linguaggi.

I livelli più bassi di guadagno riguardano invece gli sviluppatori che utilizzano PHP, Matlab e Assembly e quelli specializzati in videogiochi e sviluppo grafico.

Il Median developer salary worldwide è di 55.000 dollari. Gli sviluppatori professionisti degli Stati Uniti portano a casa i salari medi più alti (100.000 dollari) seguiti da quelli svizzeri (94.000) e israeliani (91.000).

I programmatori software nel Regno Unito e in Germania guadagnano in media rispettivamente 63.000 e 61.000 dollari.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here