Uno scanner 3D al posto di una bilancia smart

Per "quantificare" davvero il proprio corpo c'è una nuova possibile soluzione: ShapeScale, un dispositivo, bilancia in questo caso sembra riduttivo, che si basa sull'utilizzo di uno scanner 3D per arrivare a una valutazione precisa della struttura corporea.

È l'evoluzione della buona vecchia bilancia, anche nel nome, ma il fatto che indichi il peso e la distribuzione di massa grassa e magra finisce per essere un dettaglio.

ShapeScale, che arriverà sul mercato l’anno prossimo ed attualmente è in fase di preordine, usa uno scanner tridimensionale per creare un modello digitale del corpo di chi la usa. Lo scanner 3D si trova in una “testa” - corredata di una telecamera e alcuni sensori a infrarossi capaci di valutare le distanze - posta all’estremità di un braccio estensibile che fuoriesce dal piedistallo della bilancia.

La scansione del corpo avviene facendo ruotare intorno al soggetto la testa con i sensori, che in circa un minuto crea una “mappa” completa e precisa della conformazione fisica. Mentre i sensori a infrarossi dello scanner 3D rilevano la forma del corpo con precisione millimetrica, la telecamera lo riprende per catturarne l'aspetto, in particolare il colore della pelle.

Applicando queste informazioni “estetiche” al modello tridimensionale, ShapeScale può creare un nostro gemello digitale perfetto, che viene caricato in cloud (la bilancia ha anche il WiFi) e si può visualizzare attraverso un’app per smartphone.

Una delle funzioni di ShapeScale è infatti darci una visione realistica e con le misure corrette dello “stato” del nostro corpo. Ma, come tutte le bilance, mostra la sua utilità nel corso del tempo perché ci accompagna - si presume - in un percorso di miglioramento.

Per questo Shape Labs prevede che l’utente si scansioni a intervalli regolari, in modo da creare modelli 3D fotorealistici del suo corpo durante le varie fasi di allenamento e/o dimagrimento. L’app collegata a ShapeScale usa le varie scansioni per mostrare chiaramente, con animazioni e “mappe termiche”, l’evoluzione che il corpo ha seguito nel tempo: dove le misure sono aumentate, dove sono diminuite, come sono variate in funzione degli obiettivi prefissati.

Lo scanner 3D alla base di ShapeScale non è molto diverso dal Kinect della console Xbox. Ma il prezzo non è altrettanto contenuto: 499 dollari in preordine e 899 per il prodotto commerciale. Il che non sembra aver frenato gli acquirenti, dato che il primo lotto pianificato di produzione è andato esaurito e anche il secondo si avvia a fare la stessa fine.

D’altronde i vantaggi potenziali di ShapeScale vanno anche oltre il puro tema del fitness. La scansione 3D del corpo va diffondendosi in molti settori che spaziano dalla chirurgia estetica alla produzione di abiti su misura. Il prodotto di Shape Labs è mirato, nulla vieta però di estenderlo nel tempo con funzioni aggiuntive: in fondo il suo valore sta nel software che elabora e gestisce i modelli 3D più che nell’hardware.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here