Rifocalizzazione: Esprinet cede anche Comprel

Dopo Monclick, la società decide di cedere un ulteriore asset, per meglio focalizzarsi sul suo business core. L’acquirente è Melchioni.

Lo aveva chiarito già lo scorso mese di febbraio, quando decise di cedere Monclick a Project Informatica.
La strada della razionalizzazione e di rifocalizzazione sui core business di Esprinet non è ancora chiusa e oggi la società annuncia di aver raggiunto un ulteriore accordo per la cessione di un altro importante asset del Gruppo.

La cessione, in questo caso, riguarda Comprel, la partecipata che all’interno del Gruppo aveva in gestione la distribuzione su tutto il territorio nazionale di componenti elettronici e sottosistemi.

Comprel verrà dunque ceduta, per un controvalore di 5,9 milioni di euro in contanti, a
Melchioni,
distributore attivo su tutto il territorio nazionale e specializzato nell’ambito dei componenti elettronici per l’industria, nella fornitura di ricambi per il comparto “automotive”, nella commercializzazione “B2B” di elettronica professionale, nel commercio al dettaglio di elettronica di consumo e nelle energie rinnovabili (fotovoltaico e illuminazione LED).

Comprel nasce negli Anni Settanta e dalla metà degli Anni 80 aggiunse alla componentistica elettronica, suo core business fino a quel momento, anche i prodotto informatici.
nel settembre del 200, insieme a Celo e Micromax, fu parte della fusione dalla quale nacque Esprinet.
Nell’ultimo esercizio ha realizzato un fatturato di 34,6 milioni di euro, con un EBIT di 762 mila euro ed un utile netto di 243 mila euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here