Intelligenza artificiale, ora c’è una strategia italiana

Il lavoro del gruppo di esperti incaricato dal Ministero dello sviluppo economico si è concluso e il documento definitivo con le proposte per la Strategia italiana per l’Intelligenza Artificiale è stato pubblicato online dal Mise.

Il percorso è stato dunque completato, dopo aver contemplato anche una consultazione pubblica le cui osservazioni sono state vagliate dal gruppo di esperti.

La strategia, ha illustrato il Ministero dello sviluppo economico, è strutturata in tre parti. La prima parte è dedicata all’analisi del mercato globale, europeo e nazionale dell’intelligenza artificiale. La seconda parte descrive gli elementi fondamentali della strategia, mentre la terza approfondisce la governance proposta per l’intelligenza artificiale italiana.

Questa terza parte propone anche alcune raccomandazioni per l’implementazione, il monitoraggio e la comunicazione della strategia nazionale in tema di intelligenza artificiale: una visione, quella proposta, con una chiara impronta antropocentrica e orientata verso lo sviluppo sostenibile.

Sono 82 le proposte presenti nel documento “Strategia italiana per l’Intelligenza Artificiale”: sono state discusse dal gruppo di esperti nella prima metà del 2019, poi sottoposte a consultazione tra la fine di agosto e la metà di settembre dello scorso anno. In conformità al mandato che era stato attribuito dal Mise, le proposte sono state poi riviste e aggiornate dagli esperti, a seguito della consultazione, nel mese di febbraio 2020.

Si tratta di proposte ambiziose, spiegano gli esperti nella prefazione del documento, formulate sulla base delle peculiarità del sistema Italia e tese a coniugare competitività internazionale e sviluppo sostenibile.

Il Sottosegretario Mirella Liuzzi ha dichiarato: “La pubblicazione di questo ambizioso piano strategico, tra i più completi al mondo per visione, suggerisce un uso inedito e responsabile dell’Intelligenza Artificiale indicando la via per un salto verso nuovi livelli di efficienza e sostenibilità per le imprese. L’obiettivo è quello di raccogliere i benefici che l’AI può apportare al Paese, con un approccio che integri tecnologia e sviluppo sostenibile e metta sempre al centro l’individuo e il suo contesto”.

Il Sottosegretario Gian Paolo Manzella ha aggiunto: “L’intelligenza artificiale è una delle grandi sfide per il nostro sistema produttivo. Passa anche da qui la competitività di domani. Grazie a questo documento il Governo ha idee e proposte per mettere l’Italia sulla strada giusta in questa trasformazione. Per questo voglio ringraziare gli esperti che hanno lavorato al documento, che sta già avendo riconoscimenti importanti per la sua qualità. Una ottima base per definire nei prossimi mesi una policy all’avanguardia”.

Piero Poccianti Presidente di AIxIA

Piero Poccianti, Presidente dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AIxIA), ha commentato con la pubblicazione da parte del Mise del documento dicendo che: “Finalmente anche l’Italia ha un documento di strategia sull’Intelligenza Artificiale. Era rimasto uno dei pochissimi Paesi a non rispondere alla call europea su questo tema. La Strategia italiana è un ottimo documento, parte dalla strategia europea che propone lo sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale affidabili e al servizio dell’uomo e va oltre promuovendo l’utilizzo di queste tecnologie per realizzare un nuovo modello di società in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030 delle Nazione Unite. Adesso che abbiamo la strategia è giunto il momento di realizzarla senza ulteriori ritardi, serve coniugare l’Intelligenza Umana e quella Artificiale per fornire una soluzione ai tanti problemi che affliggono il nostro Paese. Ora più che mai”.

Nell’ambito delle iniziative per la trasformazione digitale del Paese, il Ministero dello sviluppo economico ha di recente dato il via anche alla consultazione pubblica (che si chiuderà il giorno 20 luglio) del documento di sintesi sulla “Strategia italiana per la blockchain e i registri distribuiti”.

Categorie: DigitaleFeatured