Categories: 5G Featured Mobile

Huawei Mate 30, arriva a fine anno lo smartphone 5G senza servizi Google

Connettività 5G, quattro fotocamere e (molto probabilmente) assenza dei servizi Google. Queste le peculiarità che caratterizzano la nuova gamma di smartphone Mate 30 presentata da Huawei. Composta da 4 modelli (Pro 5G, Pro, “standard” e Porsche Design), sfoggia un display OLED Huawei Horizon curvo con un angolo di 88 gradi per massimizzare l’area di visualizzazione e fornire un’esperienza immersiva edge-to-edge.

Huawei  Mate 30 Pro sostituisce i tasti laterali per la regolazione del volume con un sistema di interazione touch posto sul bordo dello smartphone (side-touch). Questo consente di personalizzare la posizione dei tasti del volume. La sicurezza nello sblocco è fornita dal sistema 3D Face Unlock e dal lettore di impronta digitale in-screen.

Dal 2G al 5G

La serie Huawei  Mate 30 è alimentata dal processore Kirin 990. Realizzato con un processo costruttivo a 7nm+ EUV e usa un’architettura per l’efficienza energetica a tre livelli per la CPU, NPU con architettura Da Vinci (large dual-NPU e tiny cores NPU) e 16 core di grandi dimensioni per la GPU.

Per offrire una connettività senza soluzione di continuità, Kirin 990 supporta le reti 2G/3G/4G e 5G in modalità Non-StandAlone (NSA) e StandAlone (SA), doppia SIM, Dual Standby e banda TDD/FDD full frequency. Huawei  Mate 30 Pro 5G è poi dotato di 14 antenne per 5G.

Riguardo la batteria, Huawei Mate 30 può fare affidamento su una da 4.200 mAh, mentre Mate 30 Pro ne usa una da 4.500 mAh. Huawei assicura la ricarica veloce, grazie alla certificazione TUV Rheinland per la ricarica SuperCharge sia wireless sia via cavo. In particolare, si può usare la ricarica wireless Huawei  SuperCharge da 27  W e la ricarica Huawei SuperCharge da 40 W.

Inoltre, nella serie Huawei Mate 30, la modalità di ricarica wireless reverse-charging è stata potenziata per offrire agli utenti un modo rapido e comodo per ricaricare altri dispositivi.

Come una fotocamera reflex

Il reparto fotografico è caratterizzato dalla presenza di quattro fotocamere, protette da un iconico design circolare dall’aura metallica. È il tratto distintivo del nuovo device, che vuole richiamare il design di una fotocamera reflex digitale.

Tra le fotocamere spicca la SuperSensing Triple Camera, che comprende una fotocamera SuperSensing da 40 MP, una fotocamera ultra grandangolare da 16 MP e una fotocamera con teleobiettivo da 8 MP.

Più in dettaglio, la SuperSensing Cine Camera è un sistema a doppia fotocamera principale. La Cine Camera è dotata di un grande sensore da 1/1,54 pollici con un livello massimo di ISO pari a 512.000 per catturare video con una gamma dinamica estesa e Super Slow-Motion fino a 7.680 fps. È in grado di registrare video in 4K Time-Lapse, in condizione di scarsa luminosità e grandangolari. Inoltre, la seconda lente del sistema dual-camera è un Sensore SuperSensing Huawei  da 1/1,7 pollici che permette riprese in condizioni di scarsa luminosità con una sensibilità equivalente a IS0 409.600.

Il comparto fotografico è completato dalla camera Huawei Telephoto da 8 MP con zoom ottico 3X, zoom ibrido 5X e zoom digitale fino a 30X, stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS) e rilevamento della profondità 3D.

La camera frontale con rilevamento di profondità 3D è in grado di acquisire informazioni accurate sulla profondità di campo ed è ottimizzata per i selfie.

Huawei  Mate 30 Pro monta la tecnologia Acoustic Display per un suono alta qualità amplificato direttamente dal display.

Da sottolineare che i primi modelli presentati della gamma Mate 30 usavano un sistema operativo Android in versione open source ed erano privi dei servizi di Google (come Chrome, Gmail, Maps e Assitant) e dell’accesso al Play Store. Questa non è detto che sia la scelta definitiva, perché da qui al momento della disponibilità le cose potrebbero cambiare, tuttavia è un’indicazione della strada che potrebbe intraprendere Huawei d’ora in poi.

Mate 30 Pro e Mate 30 saranno disponibili in vari colori, varianti e materiali: Emerald Green, space Silver, Cosmic Purple, Black. I colori Forest Green e Orange sono disponibili solo nella variante in pelle (vegan). Arriverà anche una versione Porsche Design nei soli colori rosso o nero.

 

 

 

 

I prezzi dovrebbero partire dai 799 euro per il Mate 30 con 8 GB di RAM e 128 GB di storage e arrivare ai 1.099 euro per il Mate 30 Pro con 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. Per il modello Pro 5G si parla invece di 1.199 euro, sempre in configurazione  8 GB + 256 GB.

Nuova versione per lo smartwatch

Assieme alla nuova gamma di smartphone, Huawei ha presentato anche gli orologi Watch GT 2. Dotati di Kirin A1 proprietario, i nuovi smartwatch sono realizzati in due dimensioni, 46 mm e 42 mm, e promettono un’autonomia ragguardevole: 30 ore per il primo e 15 ore per il secondo. Tra le nuove funzioni spiccano 15 modalità sport, 10 modalità di allenamento specifiche per la corsa, un lettore musicale potenziato e chiamate vocali Bluetooth. Watch GT 2 offre anche nuove funzionalità per la salute, che consentono un monitoraggio facile e preciso della frequenza cardiaca, del sonno quotidiano e di altri parametri.

Infine, Huawei ha annunciato la disponibilità a partire dal prossimo mese di novembre degli auricolari FreeBuds 3. Dotati di connettività Bluetooth, saranno in commercio nei colori bianco e nero.

Fabrizio Pincelli

Recent Posts

  • Featured
  • Mercato
  • Sicurezza

Thoma Bravo, accordo per l’acquisizione di Sophos Group

Thoma Bravo ha annunciato di aver raggiunto un accordo per una offerta di acquisto del capitale della società di sicurezza…

36 minuti ago
  • Featured
  • Sistemi operativi
  • Software

Windows 10 November 2019 Update quasi pronto al rilascio

Windows 10 November 2019 Update, noto ai Windows Insider come 19H2, è quasi pronto al rilascio e distribuito nel Release…

1 ora ago
  • Apple
  • Digitale
  • Featured

Come collegare e usare il mouse con iPad e iPadOS

Con iPadOS, Apple ha finalmente introdotto il supporto per il mouse su iPad, ma tale supporto non è di tipo…

3 ore ago
  • Digitale
  • Featured
  • Sicurezza

Truffe online: quali sono le più diffuse, come evitarle

Sono molte le truffe online, alcune esistono da decenni. Cisco indica le categorie più diffuse, e i consigli per non…

17 ore ago
  • Featured
  • Mercato

Ericsson, la nuova sede di Milano è in uno smart building

Ospita 300 persone, è plastic free e a basso carbon footprint: la nuova sede milanese di Ericsson all’interno del Lorenteggio…

18 ore ago
  • Featured
  • Mercato
  • Pmi

Le PMI italiane sono sempre più impegnate nel digital marketing

Groupon  ha condotto una interessante indagine sull’importanza attribuita dalle PMI al digital marketing. il 62% aumenterà gli investumenti in questo…

19 ore ago