Coronavirus, su Microsoft Bing la mappa mondiale dei casi

Microsoft ha pubblicato sul proprio motore di ricerca Bing, il Registro Covid-19, una mappa mondiale interattiva dei casi confermati di coronavirus.

Il contenuto principale del servizio è una mappa interattiva che offre il consueto funzionamento delle applicazioni web di questo tipo. In questo caso, il Registro Covid-19 evidenzia anche visivamente, con indicazioni grafiche, l’impatto della pandemia di coronavirus nelle diverse aree geografiche.

È possibile aumentare lo zoon della mappa e, a livello di “risoluzione territoriale”, le informazioni arrivano fino al dettaglio dei singoli Paesi. Il conteggio di Microsoft Bing riporta i casi confermati e, all’interno di questo valore, vengono offerti i dettagli suddivisi in casi attivi, casi guariti e casi letali.

Nella colonna sinistra, di fianco alla mappa, è possibile visualizzare una lista degli Stati, con il rispettivo numero di casi confermati. Facendo clic sul singolo Stato, Bing visualizza un’ulteriore colonna con i dettagli dei casi di coronavirus, le ultime notizie (con anteprime riportanti immagine, sommario e fonte di provenienza) e contenuti video riguardanti l’argomento.

Il pannello Informazione dati riferisce data e ora dell’ultimo aggiornamento e le sorgenti da cui Microsoft preleva i dati stessi. Queste sono: l’ente statunitense Centers for Disease Control and Prevention, la World Health Organization (l’Organizzazione mondiale della sanità), l’European Centre for Disease Prevention and Control dell’Unione Europea e la pagina sulla pandemia di coronavirus su Wikipedia inglese. Di ciascuna delle fonti utilizzate c’è anche il link alla pagina dedicata all’argomento.

Nel nostro Paese, sono numerose le iniziative messe in campo dalle istituzioni centrali e regionali per aiutare cittadini e imprese ad affrontare l’emergenza coronavirus.

Ricordiamo, tra le tante risorse: il sito Solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione e l’Agenzia per l’Italia Digitale, che riunisce l’elenco dei servizi e delle soluzioni innovative a cui è possibile accedere grazie all’iniziativa di solidarietà digitale, e AllertaLOM, l’app della Regione Lombardia che ora invia notifiche anche per il coronavirus.

La startup fiorentina Kinoa ha anche realizzato, e messo gratuitamente a disposizione di tutte le amministrazioni italiane, Desi, un chatbot dotato di intelligenza artificiale che serve a dare informazioni in tempo reale sull’emergenza coronavirus.