Xbox 360, finalmente nei negozi

Si apre ufficialmente l’era della nuova console di Microsoft, prodotto che rappresenta un altro importante passo della società verso “il” dispositivo domestico per l’intrattenimento multimediale globale

Come da copione, dal 2 dicembre anche in Italia è
possibile acquistare la tanto attesa Xbox 360. In linea con la tabella di marcia
stabilita da Microsoft, il lancio in Europa della console segue di circa una
decina di giorni quello negli Stati Uniti. E fra otto giorni, per la precisione
il 10 dicembre, anche i giapponesi vedranno nei loro negozi la nuova Xbox.
Microsoft ha però un po' penalizzato il Vecchio Continente rispetto agli Stati
Uniti, dimezzando la disponibilità iniziale dei prodotti, che secondo le stime
degli analisti, dovrebbero perciò essere “solo” di 300.000 unità.


Molta è ovviamente l'aspettativa attorno a questo
prodotto che ha grandi ambizioni e che si ripropone di non ricalcare i canoni classici della
console per videogame ma di diventare uno strumento per l'intrattenimento multimediale globale, che
ha la sua naturale collocazione in salotto più che non
nella stanza dei ragazzi o nello studio. Già dal design si nota la forte
volontà di dare un netto taglio con il passato. A ciò si aggiungono poi funzioni inedite
nella precedente versione, come la possibilità di gestire fotografie, film ad alta risoluzione
e musica. Il tutto con audio surround multicanale (se volete sapere
come funziona la console, potete leggere il nostro test).


Un ruolo essenziale nella strategia Microsoft legata alla Xbox ha poi la
connessione a Internet, tramite la quale si può accedere al servizio Live,
elemento fondamentale per tutti coloro che desiderano giocare online, chattare,
inviare e ricevere messaggi di testo o vocali, creare o condividere profili di
giocatori. Attraverso Xbox Live è anche possibile accedere al Marketplace per
comprare contenuti extra per i giochi, vedere trailer dei videogame in uscita o
scaricare demo.
Le nuove offerte al servizio Live si strutturano su tre
livelli: 59,99 euro per un'iscrizione della validità di 12 mesi e 19,99 euro per
tre mesi di accesso. A queste si aggiunge la una scheda a punti che costa 25
euro per gli acquisti sul Marketplace.


Ricordiamo che la nuova console è in vendita in due versioni: la base,
chiamata Core System, a 299 euro e la super accessoriata a 399 euro.
Quest'ultima, che comprende un hard disk da 20 GB (essenziale per chi vuole
usare i giochi della “vecchia” Xbox), il joypad senza fili (nella Core System è
con il filo), le cuffie, il cavo per vedere le immagini ad alta definizione e il
telecomando per gestire Dvd e musica, è chiamata semplicemente Xbox 360, forse a
significare che nell'ottica Microsoft è questa la vera console mentre l'altra è
una sorta di edizione economica e con prestazioni multimediali decisamente molto
limitate. Prova ne è che negli Stati Uniti è andata immediatamente esaurita
mentre la Core System ha resistito sugli scaffali. D'altra parte il solo costo
dell'hard disk (99 euro) giustifica l'acquisto del modello superiore.


Riguardo il software, Microsoft ha accompagnato il lancio della console con
la disponibilità di tre nuovi giochi Perfect Dark Zero , Project Gotham Racing 3
e Kameo Elements of Power. Però almeno un'altra dozzina di titoli è già
disponibile, a partire dal nuovo Call of Duty 2 di Activision per arrivare agli
sportivi di Electronics Arts.


Microsoft sfrutta il periodo natalizio per conquistare il favore del
pubblico, e quindi share di mercato, rispetto a Nintendo e Sony, che invece non
metteranno in commercio le loro console prima della prossima primavera. Ma c'è
da scommettere che le due aziende giapponesi hanno lasciato via libera a
Microsoft per poi riservarle (e riservare anche agli utenti) più di una
sorpresa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here