Apple

Sono tante le novità annunciate da Tim Cook e dai suoi collaboratori al keynote d’apertura della WWDC 2019, per tutte le piattaforme Apple.

Oltre alle anteprime delle nuove versioni dei sistemi operativi di Cupertino, abbiamo assistito anche al lancio del nuovo Mac Pro modulare, il tanto atteso computer macOS dedicato ai professionisti.

Il keynote ha abbracciato tutte le piattaforme Apple, a partire da quelle mobile.

tvOS, la Tv secondo Cupertino

in tvOS, il sistema operativo di Apple TV, arriverà una schermata home ridisegnata e il supporto multi-utente, in modo che ogni componente della famiglia possa apprezzare un’esperienza d’uso e di fruizione dei contenuti personalizzata. Un nuovo Control center, tra le altre cose, consentirà di commutare tra utenti in modo facile.

AppleDal punto di vista della riproduzione musicale, arrivano i testi sincronizzati con le canzoni. Molto applaudito dagli sviluppatori in sala anche l’annuncio del supporto per nuovi controller giochi, della Xbox e della PlayStation. Nè mancheranno nuovi salvaschermi.

watchOS porta la salute al polso

La prossima release di watchOS arricchirà di nuovi quadranti l’Apple Watch, eleganti e ricchi di opzioni. Arrivano inoltre nuove app: Audiobooks e Voice memos, nonché la calcolatrice.

La novità maggiore di watchOS riguarda proprio le app, che ora sullo smartwatch acquisiscono una maggiore indipendenza da iOS, tanto che l’App Store arriva anche su Apple Watch. Si potranno dunque comprare e installare app direttamente dallo smartwatch targato Apple.

AppleLa nuova release porterà al polso anche nuove funzionalità per Health e Fitness. Gli Activity trends mostrano le tendenze dei propri allenamenti. Interessante anche la funzione di monitoraggio dell’intensità dei rumori ambientali, per proteggere la salute dell’udito. L’app non registra o salva alcun contenuto audio, per rispettare la privacy, e la complicazione Noise mostra quanti decibel è forte il rumore nell’ambiente in cui ci si trova.

Novità anche per le donne, con Cycle Tracking, disponibile non solo su Apple Watch ma anche su iPhone, nella versione iOS.

L’app Salute è stata inoltre ridisegnata per un migliore accesso alle informazioni, e utilizza il machine learning sull’iPhone per mostrare i dati più rilevanti per l’utente. Utente che, più volte e in varie occasioni Apple lo ribadisce sul palco del keynote, controlla completamente i propri dati, decidendo se e cosa desidera condividere.

iOS ha fatto tredici

iOS 12, sottolinea Tim Cook prima di passare alle novità, primeggia con il 97% di soddisfazione dei clienti e l’85% di base di installato tra gli utenti di iOS.

Su iOS 13 Apple ha lavorato innanzitutto di ottimizzazione, per rendere il sistema operativo di iPhone più veloce e reattivo. I download delle app e degli update sono più veloci, così come il lancio, grazie alla modifica del “pacchetto” delle app.

AppleCome era stato ventilato da vari rumor, la Dark Mode arriva su iOS. Inoltre, la tastiera di iOS ora supporta lo swipe mentre si digita. Anche su iOS gli utenti beneficeranno dei testi dei brani sincronizzati alla riproduzione musicale delle canzoni.

Le app Safari, Mail e Note ricevono nuove opzioni, mentre Promemoria è stata ri-progettata e potenziata con ulteriori funzioni.

Anche Mappe sta beneficiando di un profondo potenziamento, anche grazie ai dati di fotocamere e sensori installati su veicoli e velivoli Apple che girano il mondo. La nuova versione di Mappe arriverà negli USA entro il 2019 e in altri Paesi l’anno prossimo e acquisirà una street view.

Privacy al centro dell’ecosistema Apple

Apple ha più volte ribadito la centralità della privacy e del rispetto per i dati degli utenti nel suo progettare le soluzioni delle varie piattaforme.

L’azienda di Cupertino ha svelato la funzione Sign in with Apple, un modo veloce, semplice e privo di tracking, che non condivide informazioni degli utenti, per autenticarsi in app e servizi. L’app che la utilizza può chiedere di avere l’indirizzo email ma l’utente può negarlo, e in questo caso i sistemi Apple generano un indirizzo email unico e random per ciascuna app. Questo servizio sarà disponibile su tutte le piattaforme Apple e sul web.

Altrettanto, se non più importante è la privacy nell’ambiente domestico. E qui, naturalmente, si parla di HomeKit. La maggior parte delle videocamere di sicurezza inviano i dati sul cloud: con la nuova soluzione HomeKit Secure Video, invece, i video vengono analizzati nell’ambito della propria casa, poi codificati e trasferiti sul cloud, dove nessuno può vederli. Tra i primi marchi a implementare questa soluzione, Apple cita Netatmo e Logitech.

HomeKit arriverà anche sui router, per mantenere al sicuro i propri dati personali: i primi saranno dispositivi di Linksys, eero e dell’operatore telefonico Spectrum.

Sono in arrivo anche numerose, e succulente, novità per Foto, con nuovi modi di editare le foto e di aggiustare le regolazioni, nonché di sfogliare la libreria.

Per quanto riguarda Siri, la voce dell’assistente virtuale sarà più naturale e sintetizzata via software, grazie alla tecnologia Neural TTS.

In ambito automotive, è in arrivo quello che Apple definisce il maggiore update a CarPlay sin dal suo annuncio.

Grandi novità per iPad: iPadOS

La grande novità è che iPad, il tablet di Apple, avrà un sistema operativo tutto suo: iPadOS.

AppleQuesto renderà più comodo e produttivo il multitasking, e porterà funzionalità multi-finestra nella split view: una sorta di Exposé sull’iPad.

Migliorerà anche la navigazione nell’app File, e ci sarà la condivisione via SMB, nonché la possibilità di montare dischi esterni, così come le schede dalle fotocamera.

Safari, il browser di Apple, su iPadOS acquisirà un browsing di classe desktop, naturalmente ottimizzato per il touch. Su Safari arriverà anche un download manager.

AppleiPadOS consentirà di usare font custom scaricabili dall’App Store. E renderà più facile scorrere i documenti nonché gestire il cursore e le selezioni nelle attività di editing del testo.

Ci saranno miglioramenti anche per la Apple Pencil, con la latenza ridotta a soli 9 ms.

Il nuovo macOS si presenta: Catalina

Per quanto riguarda il nuovo sistema operativo del Mac, innanzitutto ora conosciamo il nome: macOS Catalina.

Per il nuovo macOS trova conferma un’altra voce ricorrente degli ultimi giorni: iTunes viene sostituito da tre diverse app di intrattenimento, Apple Music, Apple Podcasts e l'app Apple TV.

Inoltre, la nuova funzionalità Sidecar consente di estendere il desktop Mac utilizzando l'iPad come secondo display o anche come dispositivo di input nelle applicazioni creative.

In macOS Catalina ci saranno anche nuove funzionalità di sicurezza e di accessibilità, come Voice Control che consente di controllare il Mac interamente con la voce. E Screen Time arriva anche su Mac.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome