Windows guadagna quota, in barba a Linux

In base ai dati rilasciati dalla società di analisi Idc, nel mercato dei sistemi operativi per server l’avanzata del Pinguino sembra registrare una battuta d’arresto. Naturalmente, a vantaggio di Microsoft.

9 ottobre 2003 Linux non fa più così tanta paura a Microsoft. La conferma arriverebbe dalla società di ricerche Idc, secondo cui la Casa di Redmond, nonostante la diffusa percezione di un'avanzata travolgente del sistema di Linus Torvald, negli ultimi tempi avrebbe guadagnato quote di mercato nei confronti del rivale, consolidando la propria posizione. Lo share di Microsoft per la distribuzione di nuove licenze di Windows nel 2003 non dovrebbe comunque superare di molto il 55,1 % registrato nel 2002 (a fronte del 50,5 % registrato nel 2001).
Secondo gli analisti di Idc è dunque scontato che l'azienda di Bill Gates continuerà a mantenere la leadership del mercato degli ambienti operativi per server. Nel 2002 la distribuzione di nuove licenze Linux è aumentata fino al 23,1 % rispetto al valore del 22,4 % registrato l'anno precedente. I sistemi Unix hanno contato per l'11 % dei 5,7 milioni di sistemi attivati lo scorso anno. L'ambiente NetWare di Novell si è stabilizzato sul 9,9 %, mentre gli altri prodotti compongono il rimanente 1 %.
Per quanto riguarda l'area desktop, la distribuzione di nuove licenze Windows è salita al 93,8 % rispetto al 93,2 % del 2001. Anche Linux, in questo settore, ha registrato un lieve aumento, passando dal 2,3 % al 2,8 %.
Il sistema Mac Os di Apple rappresenta invece il 2,9 % del totale di 121 milioni di ambienti operativi client distribuiti lo scorso anno.
Infine, Idc rende noto che, sebbene il 2002 sia stato un anno particolarmente negativo per la spesa It, il fatturato globale generato dalle vendite di sistemi operativi e sottosistemi sia cresciuto del 4,3 % rispetto al 2001, raggiungendo quota 18,6 miliardi di dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome