Windows 10, il sistema operativo per l’IoT

Con l’Internet of Things in continua crescita, Microsoft non vuole perdere terreno e risponde con due nuove edizioni di Windows 10, Core e Enterprise, rivolte a parti radicalmente diverse del mercato dei dispositivi e dei sistemi.

Windows 10 IoT Core. L'edizione Core è un kernel di Windows ridotto in modo significativo per funzionare su hardware a basso consumo. Non è una versione completa di Windows, ma è sufficiente per gestire l'hardware ed eseguire qualsiasi applicazione progettata per quella scheda. Questa versione di Windows 10 non ha shell e supporta essenzialmente solo le applicazioni universali - quelle codificate per funzionare nell'ambiente gestito della piattaforma universale di Windows (Uwp) e non le tradizionali applicazioni x86 o x64.

La versione del sistema operativo supporta un massimo di 256 Mb di Ram e 2 Gb di memoria del dispositivo e può funzionare sulla piattaforma chip x86 o sulla piattaforma Arm per dispositivi a bassa potenza. Ed è anche gratuito.

È scaricabile direttamente dal Web, basta scegliere la versione che corrisponde alla scheda utilizzata in fase di sviluppo. Attualmente sono supportate le schede Raspberry Pi versioni 2 e 3, Dragonboard 410c e MinnowBoard Turbot/Max, che è una piattaforma a 64 bit. C'è anche una versione in anteprima per i processori Nxp i.Mx 6 e i.Mx 7, molto diffusi, che hanno la capacità unica di integrarsi con una parte dell'hardware che previene la manomissione del controllo fisico del dispositivo da parte di malware, anche se ha violato il livello del sistema operativo.

Per i dispositivi veramente leggeri, Core offre un modo per installare un sistema operativo che supporta le applicazioni che gli sviluppatori possono costruire utilizzando strumenti e linguaggi noti, come Visual Studio e C#, senza un sacco di riscritture per i kernel Linux di destinazione e altre cose che potrebbero non essere così familiari. L'idea è quella di avere una piattaforma dove gli sviluppatori possano crescere rapidamente e facilmente.

Windows 10 IoT Enterprise. L'edizione Enterprise è un po' più complessa. Windows 10 IoT Enterprise è un prodotto ufficiale, ma da un punto di vista "bits-on-the-Dvd" è un equivalente esatto di Windows 10 Enterprise, il che significa che l'unica distinzione tra i due prodotti è la licenza. È disponibile solo attraverso accordi diretti e indiretti Oem embedded, non attraverso qualsiasi tipo di canale di vendita al dettaglio, quindi questa edizione è limitata ai produttori di dispositivi nel settore sanitario, industriale, finanziario o simili verticali che costruiscono dispositivi di grandi dimensioni che richiedono un sistema operativo completo per eseguire i loro controlli di dispositivo.

L'edizione Enterprise è chiaramente troppo pesante per aziende del calibro di Raspberry Pis, e viene ancora fornito con la manutenzione e la gestione delle patch overhead di qualsiasi altra edizione di Windows 10 Long Term servicing branch (Ltsb), ma è destinato a essere eseguito in sistemi che non cambiano molto e sono generalmente dedicati a singoli scopi, come il controllo di macchine o chioschi di alimentazione.

Gli utenti dell'edizione Core vorranno scaricare il Dashboard di Windows IoT che aiuta a formattare le schede Sd inserite nei dispositivi per avviare il sistema operativo e fornisce anche un luogo centrale per eseguire i comandi di PowerShell, trasferire file da e verso i dispositivi, spegnere e riavviare i dispositivi. L'applicazione Dashboard ha anche un sacco di campioni di codifica, tra cui Hello World e una stampante in rete 3D app per iniziare a sviluppare applicazioni. Molti altri esempi sono disponibili gratuitamente su Github.

Windows embedded?

Ci si potrebbe chiedere dove è andato Windows Embedded, dato che il nome è scomparso dagli elenchi Sku di Microsoft. Ma di fatto le edizioni di Windows 10 IoT sono la sostituzione di Windows Embedded.

Non è il più adatto per una sostituzione, perché ci sono molti sistemi come bancomat e apparecchiature mediche che eseguono Windows Embedded che potrebbero non essere considerati come parte dell'Internet of Things.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here