01net

Windows 10 S: sistema operativo per le scuole, ma non solo

Un’abitudine presa da giovani è difficile da perdere: allora perché non tentare di far abituare gli studenti a usare Windows, magari corredato da una serie di strumenti e servizi accattivanti e ottimizzati per la collaborazione?

Detto, fatto. Ecco quindi arrivare una nuova proposta da Microsoft indirizzata al mondo education: si chiama Windows 10 S e altro non è che una versione ottimizzata per la scuola dell’ultima incarnazione del sistema operativo.

Nell’idea di Microsoft, Windows 10 S vuole essere una nuova esperienza, semplificata per garantire sicurezza e migliori prestazioni. Più in dettaglio, all’interno di Windows 10 S le applicazioni per gli insegnanti e gli studenti sono scaricabili da Windows Store, dove vengono sottoposte a un controllo preventivo di sicurezza, e poi eseguite localmente in un ambiente sicuro, garantendo in questo modo prestazioni costanti del sistema.

Non solo. Windows 10 S “integra” la versione completa di Office 365: vengono rese quindi disponibili tutte le funzionalità di Microsoft Word, Excel, OneNote e PowerPoint. Con Windows 10 S, insegnanti e studenti avranno accesso alle proprie applicazioni preferite e a quelle più utilizzate in ambito scolastico, a strumenti di apprendimento, a tool di valutazione sicuri, alla pubblicazione di contenuti e a lavagne interattive.

Una pratica funzione di office è quella che permette più studenti di lavorare sullo stesso progetto contemporaneamente

Tramite l’adozione della nuova Tab Preview Bar, Microsoft Edge rende poi più facile organizzare le ricerche e gestire progetti scolastici. Mentre il supporto per Windows Ink consente di prendere appunti direttamente su una pagina web e condividerli con un compagno di classe.

Parte della “strategia” Windows 10 S è anche Microsoft Teams. Disponibile nei prossimi mesi nel Microsoft Store for Education, Microsoft Team è destinato a diventare l’hub digitale in cui insegnanti e studenti collaborano e apprendono. Insieme a OneNote Class Notebook, gli insegnanti potranno condividere facilmente contenuti, progetti, personalizzare l’apprendimento e comunicare con studenti, genitori e personale scolastico.

Un esempio di come possono essere controllati compiti fatti dagli studenti tramite Class Notebook

Tramite Windows 10 S, Microsoft intende sviluppare ulteriormente l’ecosistema in essere con partner come Acer, ASUS, Dell, Fujitsu, HP, Samsung e Toshiba. Il primo risultato è una nuova gamma di PC Windows 10 per la scuola con un prezzo base di 189 dollari. Nei prossimi mesi, molto probabilmente in occasione del back to school, le predette aziende offriranno un’ampia gamma di prodotti con Windows 10 S: da Windows Ink e PC touch a dispositivi premium.

Oltre la scuola

Questo potrebbe permettere di allargare l’utenza di Windows 10 S, facendo breccia tra quegli utenti che non sono interessati a tutti i servizi legati a Windows Pro e che comunque sono disposti a rinunciarvi volentieri pur di avere un computer veloce nell’accensione e rapido nel rispondere ai comandi.

Dell Latitude 11 3000, uno dei primi modelli di computer da 189 dollari basato su Windows 10 S

D’altra parte un’indicazione della volontà di andare in questa direzione l’ha già data la stessa Microsoft con i nuovi Surface Laptop.

All’interno dell’Edu Day, evento organizzato da Microsoft e dedicato al mondo della Scuola, dell’Università e della Ricerca che si terrà a L’Aquila il prossimo 5 maggio, la società di Redmond illustrerà come intende mettere in atto sul territorio italiano la nuova strategia legata a Windows 10 S.

Durante tutto l’arco della giornata, l’intero Polo di Ingegneria dell’Università dell’Aquila verrà coinvolto da una serie di attività parallele: annunci, incontri e workshop, Hackaton, laboratori di coding e progetti in collaborazione con le scuole locali.

Tutti i partecipanti avranno l’opportunità di vedere dimostrazioni pratiche o provare soluzioni e tecnologie come Microsoft Hololens, Minecraft: Education Edition, Office 365, anche nelle applicazioni a sostegno di soggetti con disturbi dell’apprendimento, correlati ad esempio a problematiche quali dislessia o autismo.

Uno degli elementi della proposta legata a Windows 10 S è Code Builder, che permette di prendere confidenza con il mondo del coding

L’incontro sarà l’occasione per presentare l’arrivo in Italia di Skype for Classroom che sarà al centro di un nuovo progetto formativo di Microsoft che, sulla scia del successo della Digital Class inaugurata a Milano e sulla base di un modello di condivisione partecipativa, offrirà l’opportunità a studenti e docenti di sperimentare nuove esperienze didattiche.

L’evento si svolgerà dalle 9.30 alle 18 presso il Polo didattico di Monteluco di Roio (Piazzale Pontieri, 1) L’Aquila ed è aperto a studenti, professori, ricercatori e docenti che vorranno prendervi parte. Chi fosse interessato può trovare tutti i dettagli a questo indirizzo.