Windows 10

Arriva nel Fast ring per i Windows Insider la nuova Insider Preview Build 18317 (19H1) di Windows 10. Naturalmente quella del Fast ring è una fase di sviluppo ancora incompleta e “rischiosa”, con una maggiore probabilità di bug. È per gli Insider più “avventurosi”, che desiderano un early access alle novità.

Non mancano delle novità interessanti in questa ultima build. Non tutte completamente inedite, ma che debuttano in una anteprima pubblica.

Cortana separata dalle funzioni di ricerca

La prima, e probabilmente la più interessante, riguarda Cortana. Da ora in poi Microsoft separerà le funzioni di ricerca e Cortana nella barra delle applicazioni.

Ciò consentirà, dichiara l’azienda, a ciascuna di queste modalità d’uso di progredire in modo indipendente. Allo scopo di rispondere al meglio alle esigenze dei rispettivi utenti e casi d'uso.

Il destino di Cortana, quindi, sarà quello di diventare una skill che interagirà con i due sistemi di assistenza vocale ormai standard di mercato, Amazon Alexa e Assistente Google.

Alcuni Insider avevano già ricevuto questo aggiornamento da alcune settimane e Microsoft dichiara che il feedback ricevuto finora è positivo. Con la nuova build, ci sono ora due pulsanti separati. Fare clic sulla casella di ricerca nella barra delle applicazioni lancia l’esperienza focalizzata sulla ricerca. Un clic sull'icona di Cortana lancia invece direttamente la user experience con l’assistente digitale vocale.

Anche le impostazioni disponibili sono state suddivise tra ricerca e Cortana. Questa separazione è solo uno dei cambiamenti che Microsoft ha implementato nell’ultima build in questo ambito. L’azienda ha aggiornato il design della landing page della ricerca. Ha inoltre apportato miglioramenti ai risultati di ricerca e integrato Microsoft To-Do con Cortana.

Menu Start e gestione font

Un altro ambito su cui si è focalizzata Microsoft è nella stabilità e affidabilità del menu Start. Finora Start in Windows 10 era hosted dal processo denominato ShellExperienceHost.exe. Ora, per ottenere la migliore esperienza di avvio possibile, viene separato in un proprio processo, chiamato StartMenuExperienceHost.exe.

Questa modifica, spiega Microsoft, comporta una serie di vantaggi, tra cui la semplificazione del debugging. Nonché l'isolamento di Start da potenziali problemi che possono interessano altre componenti. Questo nuovo processo, inoltre, non si mette in sospensione, e ciò dovrebbe migliorare i tempi di attivazione.

Un’altra novità è la possibilità di eseguire il drag and drop dei file di font da File Explorer nella nuova pagina dei setting. Il drag and drop di default installa i font solo per l’utente. Per rendere un carattere disponibile per tutti gli utenti del sistema bisognerà ricorrere alla specifica opzione dedicata.

Rimanendo nei setting, viene semplificata anche la pagina di impostazioni del programma Windows Insider. Ci sono inoltre vari miglioramenti e fix in altre componenti di Windows 10.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome