Wind vince la gara per il terzo gestore della telefonia cellulare:

Il consorzio Wind ha vinto la gara per il terzo gestore della telefonia mobile Gsm. Lo ha deciso il comitato dei ministri presieduto da Romano Prodi, sulla base delle valutazioni fornite dall’advisor Crediop. Wind (formato dall’Enel con il 51% e il res …

Il consorzio Wind ha vinto la gara per il terzo gestore della telefonia
mobile Gsm. Lo ha deciso il comitato dei ministri presieduto da Romano
Prodi, sulla base delle valutazioni fornite dall'advisor Crediop. Wind
(formato dall'Enel con il 51% e il restante 49% diviso equamente tra Deutsch
e Telekom e France Telecom) ha superato la concorrenza rappresentata dal co
nsorzio Picienne (British Telecom e Mediaset con il 25% ciascuna, Telenor
con il 20%, Bnl e Ina con il 10% e Italgas con il 9%) e da Telon
(Autostrade e Bell Canada con il 27% ciascuna, Distacom con il 22%, Cofiri
e Unicredito al 7% e, a completare la cordata, altri soci minori).
Con il verdetto di oggi si conclude una lunga storia, che avrà senz'altro
altri strascichi polemici. La gara, secondo le previsioni del governo, si
sarebbe dovuta fare già nel 1996. I sei ministri (oltre a Prodi facevano
parte del comitato Maccanico, Bersani, Ciampi, Andreatta e Bassanini) hanno
praticamente ratificato la classifica stilata dal Crediop sulla
base di una serie di punteggi per le diverse caratteristiche dell'offerta e
che comprendevano capacità di marketing e offerta di servizi, capacità
tecnologiche e qualità della rete, solidità finanziaria del consorzio
candidato, creazione di nuova occupazione. Quest'ultimo punto, assieme al
programma tecnologico complessivo hanno inciso sul risultato, secondo
quanto affermato dal sottosegretario alle telecomunicazioni, Michele Lauria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here