Wincor Nixdorf, la mente sui progetti

In crescita l’offerta di servizi di consulenza e gestione dei processi di outsourcing

È una Wincor Nixdorf sempre più orientata alla consulenza e alla progettazione quella che, già alla fine del 2009, in anticipo di due anni sulle passate previsioni, è prossima a veder pareggiare la parte hardware con quella dedicata a software e servizi, in termini di composizione del proprio business.

«Un segno tangibile della difficoltà economica del momento, che ha portato i nostri clienti a rimandare a tempi migliori i propri investimenti, ma anche della forza insita in chi, come noi, offre servizi proponendo innovazione» ha spiegato Stefano Salteri, amministratore delegato della filiale italiana della multinazionale tedesca nel consueto appuntamento di fine anno.

Non a caso, nonostante nel 2009 le banche si siano mostrate «intente a fronteggiare crediti sempre più deteriorati» e il Retail «a recuperare margini rispetto alle pesanti perdite registrate in termini di profitto», i progetti firmati dal vendor sia in un ambito, che nell'altro, non sono mancati. Così, se la nuova piattaforma multicanale ProClassic/Enterprise per rendere più moderni ed efficienti i processi in filiale sta ridisegnando il volto delle banche sul territorio (con Ubi Banca in qualità di capostipite della specie, che da Bergamo sta portando il nuovo concept anche a Milano), sul lato Retail da 9 mesi, presso quattro dei più affollati department store della catena Decathlon, si stanno sperimentando altrettante postazioni Beetle iScan per il self check out al fine di rendere più veloce e fluido il processo di pagamento e maggiormente contenuti i costi operativi in barriera casse.

Ma il rinnovamento tecnologico del canale self service e la volontà di migliorare l'esperienza di acquisto dei clienti non sono le sole cose che stanno a cuore di questo vendor.
Wincor Nixdorf ha, infatti, in mente di rispondere anche a un altro fenomeno dettato dalla crisi: quello delle frodi. Come ha spiegato Federica Brambilla, da un anno a capo della direzione della Divisione Banking: «Quella che proponiamo con soluzioni pro attive di monitoraggio attraverso sensori per rilevare eventuali anomalie sia presso i Bancomat, sia nelle casse dei supermercati è una visione olistica della sicurezza che, sempre di più, coinvolge dipendenti, clienti e transazioni in un'ottica di gestione dei processi di outsourcing».

L'evoluzione è dunque tracciata e va senz'altro nella direzione dei servizi di consulenza. Fra un anno vedremo con quali risultati, visto che nel fiscal year 2009, che per Wincor Nixdorf si è chiuso lo scorso settembre, la società ha registrato «per la prima volta dopo anni di crescita costante» una flessione nel fatturato mondiale nell'ordine del 3% confermandosi comunque un colosso da 2,2 miliardi di euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here