WiFi gratuito per i cittadini: lo chiede l’Europa

Il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva un nuovo programma comunitario per la creazione di connessioni Internet WiFi gratuite e senza condizioni discriminatorie.

La risoluzione è stata approvata oggi a Strasburgo con 582 voti favorevoli, 98 contrari e 9 astensioni.

I fondi saranno utilizzati in maniera definita "geograficamente equilibrata", in più di 6000 comunità in tutti gli Stati membri e sulla base dell’ordine di arrivo delle richieste.

Finanzieranno connessioni wireless gratuite nei centri pubblici, compresi gli spazi esterni accessibili al grande pubblico: biblioteche, amministrazioni pubbliche, ospedali, e via elencando.

Come richiedere i fondi WiFi

Per ottenere i fondi europei, gli enti pubblici dovranno coprire i costi operativi della rete per almeno tre anni e offrire agli utenti una connessione gratuita, facile da accedere e sicura.

Inoltre, i fondi UE per il WiFI potranno essere utilizzati solo a condizione che siano esclusi sia pubblicità sia l’utilizzo di dati personali a fini commerciali.

Saranno inoltre scartati i progetti in aree con offerte analoghe gratuite pubbliche o private.

L'accesso deve essere fornito nelle lingue dello Stato membro interessato e, se possibile, in altre lingue ufficiali dell'UE.

Per il relatore del provvedimento legislativo, il portoghese Carlos Zorrinho, "L'iniziativa WIFI4EU è stata una forte visione politica che diventerà presto una realtà concreta in tutta l'UE e farà sì che, indipendentemente da dove viva o da quanto guadagni, ogni europeo tragga vantaggio da una connessione WiFi di alta qualità. Ciò migliorerà la società europea dei gigabit, rendendola economicamente competitiva e socialmente inclusiva".

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here