CES 2018, Volkswagen viaggia con l’intelligenza artificiale di Nvidia

Volkswagen I. D. Buzz potrà sembrare una concept car senza alcuna probabilità che venga prodotta. Ma al Ces 2018 la casa automobilistica tedesca ha chiarito che questo microbus elettrico di nuova generazione rappresenta invece il futuro. Un'eventuale versione di produzione della vettura ospiterà le tecnologie di intelligenza artificiale di Nvidia che le permetteranno di riconoscere il conducente e i passeggeri, e soddisfare le loro esigenze.

Alla conferenza stampa del CES di Nvidia, il ceo di Volkswagen Herbert Diess è salito sul palco insieme al ceo di Nvidia Jensen Huang per parlare della partnership. Volkswagen integrerà la piattaforma Nvidia Drive Ix annunciata da poco che permetterà a Buzz di riconoscere le persone mentre si avvicinano all'auto, sbloccando la porta per il proprietario o altre persone di fiducia, personalizzando l'esperienza in-car.

Dopo la scandalo delle emissioni dei veicoli diesel, Volkswagen sembra essere alla ricerca di un reset con una nuova generazione di veicoli elettrici per il prossimo decennio che facciano dimenticare il passato.

I piani prevedono una ventina di auto completamente elettriche entro il 2022.

Da parte sua Nvidia ha realizzato Xavier il primo processore per macchine autonome al mondo, costruito per analizzare i dati dei sensori e prendere decisioni per le auto.

Intelligenza artificiale di Nvidia

La piattaforma software Drive Xavier è composta da tre rami principali: Drive Av permette di guidare auto, Drive Ix crea esperienze utente avanzate, e gli sviluppatori possono utilizzare Drive Ar per costruire applicazioni di realtà aumentata per le auto, come sistemi di navigazione e di sicurezza che mettono in evidenza le cose reali intorno all' auto con grafica proiettata su vetri e parabrezza.

Il focus iniziale per Volkswagen con l'I. D. Buzz è costruire quello che chiama un co-pilota intelligente, un assistente virtuale in-car alimentato da hardware e software Nvidia. Utilizzerà sensori per riconoscere i passeggeri, attivare automaticamente le impostazioni salvate, come le posizioni dei posti a sedere, e riconoscere i comandi di linguaggio naturale in modo che i passeggeri possano chiedere destinazioni e intrattenimento.

Volkswagen svilupperà inoltre capacità di autoguida utilizzando la tecnologia Nvidia. E Nvidia ha detto che è in partnership con oltre 300 aziende, tra cui Uber e Cina Baidu e ZF.

La piattaforma Drive di Nvidia, che fa parte di quella che in generale viene chiamata software-defined car, consente aggiornamenti in onda, così come il sistema operativo del telefono può essere aggiornato a distanza per abilitare nuove funzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here