VoIp: le sedi Mafrat comunicano a costo zero

Per farlo i dipendenti e gli operatori esterni, afferenti alla Centrale di Putignano e alle tre sedi distaccate, sfruttano tecnologia snom.

I sistemi di rete e telefonia in uso presso Mafrat Spa avevano ormai raggiunto i propri limiti: il centralino telefonico che gestiva 5 linee Isdn e 60 interni nella sede principale, non era più espandibile e non consentiva integrazione dei sistemi di telefonia impiegati presso le sedi distaccate, tutte dotate di un proprio centralino ed una propria infrastruttura di rete.

Per far fronte alle esigenze di scalabilità e ottimizzazione infrastrutturale l'azienda si è dotata nel primo semestre 2010 di una nuova sede centrale presso Putignano (Bari) e ha sostituito la propria infrastruttura di rete e telefonia con sistemi che garantiscono la continuità dei servizi ed una flessibilità tale da favorire la crescita dell'azienda.

Il Responsabile del Sistema Informativo, Piero Vinella, ha incaricato quindi la Morelli & Lippolis, partner certificato snom, che cura da anni i sistemi Erp e l'infrastruttura di Mafrat, di riprogettare gli impianti di rete e di telefonia aziendale prevedendo sistemi ad alta affidabilità e più flessibili, in grado di gestire sia nuove tecnologie per la telefonia, sia le risorse esistenti; il nuovo sistema avrebbe dovuto favorire la naturale evoluzione del sistema informativo integrato di Mafrat.

Morelli & Lippolis ha così consigliato a Mafrat la migrazione al VoIp. Il progetto consentiva di avvalersi delle nuove tecnologie, preservando nel contempo la possibilità di utilizzo delle reti di comunicazione Isdn, Pstn, Gsm tradizionali e garantendo l'integrazione delle tre sedi distaccate con un abbattimento dei costi per le chiamate interaziendali.

L'infrastruttura di rete e telefonia, implementata da ormai un anno presso l'azienda, contempla oggi una dorsale in fibra ottica nella sede principale, che ospita la produzione e 70 postazioni di lavoro con altrettanti interni, e un ponte radio per il collegamento delle 3 sedi remote cui fanno capo gli altri collaboratori ed altrettanti interni con una media di 800 chiamate al giorno.

Il progetto è stato realizzato su un centralino telefonico Ip snom One Blue abbinato ai telefoni Ip da tavolo snom 320 (100 terminali installati), snom 370 con estensione di tastiera a 48 tasti per la reception e uno snom 820 per la direzione. 
L'installazione e la certificazione del sistema di telefonia, condotta da tecnici provvisti di abilitazione ministeriale, ha avuto luogo in più fasi ed integra anche 2 Gateway Gsm per un totale di 4 Sim Gsm e un dispositivo Ata per l'integrazione di un fax analogico.

Attualmente il progetto di riqualificazione dell'infrastruttura centrale di telefonia con tecnologie VoIp è concluso. I prossimi passi prevedono un progressivo abbandono dei centralini e terminali tradizionali ancora in uso presso le tre sedi distaccate a favore della loro completa integrazione nel sistema di telefonia VoIp per garantire un'ancora migliore integrazione voce-dati.

Inoltre è in fase di valutazione la progettazione di una nuova infrastruttura di connettività e telefonia per lo show room di Milano, attualmente dotato di una linea Shdsl non sufficientemente stabile per garantire l'eccellente qualità della telefonia VoIp di cui beneficiano sia la sede centrale sia gli interni delle sedi distaccate collegate al centralino snom.
Infine l'azienda implementerà un sistema di messaggistica istantanea aziendale per garantire l'immediatezza delle comunicazioni tra i diversi operatori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here