Vodafone mette l’IoT in moto

Non solo per le auto: anche per le moto l’era della connessione è tutt’altro che futuribile.
Ne è una prova l’accordo di collaborazione stretto tra BMW e Vodafone e che guarda in modo diretto al mondo dell’Internet delle Cose.

Al centro della collaborazione la nuova K 1600 GT, che si configura come vera e propria motocicletta connessa.
A bordo, il sistema Motorrad ConnectedRide eCall/ ACN (Emergency Call/Automatic Collision Notification) di BMW integra infatti una SIM Internet of Things Vodafone, che in caso di incidente o di necessità attiva il servizio di chiamata di emergenza eCall, così che il motociclista possa ricevere assistenza nel minor tempo possibile.
La Sim viene collocata sotto il sedile, mentre il sistema Motorrad ConnectedRide è dotato di una serie di sensori in grado di misurare velocità, inclinazione e altri parametri di guida, oltre alla posizione esatta del motoveicolo, così da cogliere istantaneamente l’insorgenza di problemi, attivando automaticamente la chiamata di emergenza.
La moto dispone anche di un pulsante di SOS sul manubrio, attivabile manualmente dal guidatore.

Il servizio Vodafone funziona in tutta Europa

Una volta ricevuto il segnale di allarme, entra n gioco il call center di BMW che prova a contattare attraverso il sistema audio incorporato il guidatore e decide, a seconda dei casi, quale tipologia di soccorso inviare, Il tutto con una riduzione di circa il 50 per cento i tempi di arrivo dei soccorsi stessi sul logo dell’incidente.
L’efficacia del servizio viene enfatizzata anche dal fatto che il servizio funziona in tutta Europa, grazie alla capillarità della rete Vodafone. Questo significa che la chiamata parte anche se il motociclista si trova all’estero e che il guidatore può ricevere assistenza nella sua lingua, dal momento che l’assegnazione dell’operatore avviene anche su base linguistica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here